Zafferano in gravidanza, si può mangiare o no?

Si può mangiare lo zafferano in gravidanza? Può essere pericoloso per il feto? Scopriamolo insieme.

Zafferano in gravidanza

Si può mangiare lo zafferano in gravidanza? La risposta è si. Come tutte le spezie anche lo zafferano viene consumato in dosi molto ridotte e quindi non può arrecare danni alla salute, neanche durante la gravidanza. Lo zafferano è una spezia buonissima e molto intensa, il limite massimo in gravidanza è un grammo al giorno, può sembrare pochino ma non lo è affatto.

Lo zafferanno viene spesso vendute nelle bustine monouso, ogni bustina contiene 10 mg, quindi un decimo di grammo, e viene suddivisa in quattro persone. Ciò significa che le dosi di zafferano che assumiamo con un risotto, un arancino o un ossobuco alla milanese sono talmente basse che potremmo considerarle quasi trascurabili.

I piatti con lo zafferano si possono gustare anche al ristorante perché la cucina italiana prevede un utilizzo contenuto delle spezie, quindi anche gli chef lo utilizzano in dosi molto ridotte. Il discorso potrebbe cambiare se optate per la cucina etnica, ma è raro che in gravidanza si sperimentino cucine e piatti sconosciuti.

In gravidanza potete quindi assumere lo zafferano tranquillamente, senza dover stare attenti a nulla e senza preoccuparvi. Anche se mangiate tutti i giorni il risotto allo zafferano non sono dosi che possono creare problemi, danni al feto, parto pretermine ecc.

Lo zafferano ha però degli effetti benefici che possono contribuire al benessere della persona. Ha una lieve azione antidepressiva ed è ricco di antiossidanti e può contribuire ad abbassare la pressione sanguigna.

Foto di Regina Petkovic da Pixabay

  • shares
  • Mail