Come spiegare il calendario dell’Avvento ai bambini

Dicembre si avvicina, e con esso il momento in cui i piccoli aprono le caselline del Calendario dell’Avvento: ecco come spiegarlo loro in modo chiaro.

Non c’è atmosfera più magica che quella del periodo di dicembre nel quale si inizia il conto alla rovescia per Natale e si attende la Vigilia con i bambini. Magari facendo ricorso al tradizionale calendario dell’Avvento: quanta allegria mette, giorno per giorno, aprirne le caselline? Il primo approccio dei bambini con tale oggetto è sempre emozionante. Ma qual è il significato per i piccoli e, soprattutto, come spiegarlo loro?

Come spiegare il calendario dell'Avvento ai bambini

Come spiegare ai bimbi il calendario dell’Avvento

L’Avvento è l’inizio dell’anno cristiano. La parola Avvento deriva dal latino ‘adventus‘, che significa ‘venuta’ o ‘arrivo’ per significare la nascita di Gesù. E’ un momento di festa che anticipa la nascita di Cristo. Anche se è tradizionalmente celebrato a partire dalla domenica più vicina al 30 novembre, i moderni calendari dell’Avvento iniziano il conto alla rovescia il 1° dicembre. L’avvento si può celebrare in tanti modi diversi. Uno dei più carini e adatto ai bambini è, appunto, con il relativo Calendario.

Come spiegare il calendario dell'Avvento ai bambini

Che cos’è il calendario dell’Avvento

Il calendario dell’Avvento è una tradizione dei Paesi di lingua tedesca, ormai diffusa anche in Italia. L’Avvento ha un significato molto particolare per i bavaresi perché è quel periodo in cui le famiglie si preparano al Natale, momento dell’anno che è sinonimo di calore domestico, meraviglia dei bambini e piacere di fare e ricevere regali da mettere sotto l’Albero.

Il calendario dell’Avvento per i bambini rappresenta un goloso conto alla rovescia. Esso contiene 24 finestre, con una finestra da aprire ogni giorno nel periodo che precede il Natale. I moderni calendari dell’Avvento per bambini e adulti, fai da te o acquistati, possono includere piccoli regali, cibo come caramelle e cioccolatini, giocattoli o semplicemente bigliettini, magari a tema natalizio, con sopra impresse renne, regali, paesaggi innevati e così via.

Il tabellone è suddiviso in 24 caselle da aprire per scovare la sorpresina o il messaggio, uno per ogni giorno che ci separa dal Natale. I bambini aprono la casella del giorno e si entusiasmano: d’altra parte la festa di Natale è più che altro dedicata ai piccoli di casa, non trovate.

Foto di congerdesign da Pixabay, di Ulrike Mai da Pixabay e di Hans Braxmeier da Pixabay