Lo smalto in gravidanza si può usare o fa male?

Si può usare oppure no lo smalto in gravidanza? La risposta è sì, ma ci sono delle accortezze da seguire.

Photo set of a youth pregnant mother

Prendersi cura della propria bellezza è molto importante, anche in gravidanza. Ci sono però delle cose cui le donne devono fare assolutamente attenzione, per garantire il benessere della donna ma soprattutto del bambino che sta crescendo. Sono in molte a chiedersi se lo smalto si può utilizzare o fa male? In linea di massima bisognerebbe evitare, perché ogni sostanza assorbita attraverso il corpo della madre rischia di trasmettersi al feto arrivando a danneggiarlo.

In realtà il problema è ancora più vasto perché è ormai noto che molti smalti contengono sostanze dannose per la salute di chi li indossa, sia incinta o meno. Ma a maggior ragione in stato di gravidanza è meglio non rischiare. Non sono pericolose per il feto ma perché creano una micro-sofferenza per la lamina ungueale.

Se proprio non riuscite quindi a rinunciare a questo tocco di vanità, dovreste seguire alcune accortezze: applicate solo smalti di marca, su unghie sane e senza micosi. Non spennellate la pelle e soprattutto cercate di non respirare i vapori dello smalto e dei relativi solventi. Sono sconsigliate, in questa fase, le ricostruzioni delle unghie. Per quale motivo? Le unghie in gravidanza sono più fragili e certi prodotti possono renderle ancora più vulnerabili. Nove mesi passano in fretta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: