Come spiegare la Pasqua ai bambini

Ecco qualche consiglio per spiegare la Pasqua ai bambini per affrontare uno dei grandi misteri della religione cattolica.

pasqua.jpg

La Pasqua è una delle feste più importanti della religione cristiana, ma è anche uno dei più grandi misteri. Come si può spiegare ai bambini? Per molti piccoli è diventata una sorta di festa di primavera, complice tutti i simboli pagani proveniente soprattutto dal Nord Europa, come i coniglietti, che nulla hanno a che vedere con il significato religioso.

Prima di tutto non possiamo pensare che i bambini comprendano a pieno i misteri della religione. Sono difficili per gli adulti, figuriamoci per i piccoli, che sono estremamente logici e curiosi. Conviene quindi semplificare la storia di Gesù, magari aiutandosi con qualche disegno da colorare. È questa l’occasione per affrontare il concetto di bene e male, focalizzando sulla bontà smisurata di Gesù, punito per colpe non sue.

Evitate ovviamente di turbare i più piccoli storie di dolore che potrebbero impressionarli (come la lapidazione e la crocifissione). Potete poi introdurre nella loro vita qualche simbolo religioso, come la colomba, simbolo di pace e di conseguenza anche di speranza, la luce e l’ulivo benedetto, che potreste andare a prendere proprio insieme al vostro bambino.

Aiutatevi poi la Bibbia per bambini. Ci sono edizioni illustrate che possono essere ideali per avvicinare i bambini, anche di famiglie laiche, a questo episodio fondamentale dalla vita di Gesù. E poi rispondete a tutte le sue domande, con onestà... a volte anche con un semplice non lo so. È sempre la soluzione migliore.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: