Le paure dei bambini si possono affrontare con i gesti simbolici

A tutti i genitori prima o poi capita di affrontare le paure dei bambini, ma non cadiamo nella trappola di ridicolizzarle o di dare loro poca importanza, perché per loro sono molto reali, quindi nemmeno una spiegazione razionale fa sparire la paura, anche se può essere utile verificare insieme ai bambini che non c'è alcun mostro sotto il letto.

Ecco allora un'idea diversa per affrontare e, si spera, sconfiggere la paura: compiere insieme ai bambini dei gesti simbolici.

Per esempio rendere divertente quello che fa paura, ovvero far descrivere il mostro al bambino e poi far concentrare l'attenzione su aspetti ridicoli, come il mostro enorme che però, a ben guardare, ha piedi piccolissimi e deve fare mille contorsioni per riuscire a tagliarsi le unghie dei piedi.

Un bell'esempio di questa tecnica della paura che diventa divertente è una scena di "Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban", infatti il professor Lupin insegna agli allievi l'incantesimo "Ridiculus" che serve proprio a vincere le proprie paure.

Se vostro figlio ha una paura da affrontare, potreste provare a leggere con lui il racconto "Il domatore del vento" (Edizioni Erickson) che racconta di un bambino che inizia ad avere paura del vento, tanto da non riuscire a uscire di casa.

Il papà, invece di dare poca importanza alla paura del figlio, gli mostra come il vento (e quindi la paura), si possa addomesticare, con gesto simbolico come giocare con un aquilone.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail