Le allergie alimentari e la salute, come integrare i nutrienti nei bambini

allergie alimentari e salute

Le allergie alimentari sono quella manifestazioni allergiche che vengono scatenate da alimenti assunte: possono manifestarsi con problemi alla pelle, ma anche respiratori, oculari, ematologici, gastroenterici… Non sono altro che una risposta errata del nostro sistema immunitario, che, quando viene assunto un alimento del tutto innocuo, lo scambia per un nemico da combattere.

Quando si scopre, anche attraverso particolari esami, che il proprio bambino soffre di un’allergia alimentare, è meglio evitare che il piccolo mangi quell’alimento: bisognerà parlarne in maniera approfondita con il diretto interessato, così che capisca che lo deve sempre rifiutare, ma anche con le maestre a scuola e possibilmente anche con le mamme dei suoi amichetti del cuore.

Bisogna prestare molta attenzione anche agli ingredienti dei prodotti già pronti, che possono nascondere insidie per chi soffre di allergie alimentari: molto importante che a mensa, ad esempio, i piatti per i bambini allergici vengano preparati da parte. Per sopperire alla mancanza degli alimenti che causano allergia, bisogna integrare bene tutti gli altri nutrienti.

Le linee guida consigliano di eliminare l’alimento che provoca reazioni spiacevoli, ma non eventualmente gli altri collegati, assumendoli comunque con prudenza: non improvvisatevi nutrizionisti, ma chiedete al vostro dottore, all’allergologo ed eventualmente ad un nutrizionista come combinare bene tutti i cibi che può mangiare in tutta tranquillità, utilizzando eventualmente degli integratori, ma solo se necessario.

Fate dunque molta attenzione a sostituire con cura i nutrienti, facendovi aiutare eventualmente da alcuni esperti. Ne va della crescita del bambino.

Via | Educazione nutrizionale

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail