Come curare le allergie alimentari e come prevenirle

curare le allergie alimentari

Le allergie alimentari son una reazione immunitaria che si manifesta dopo aver assunto un particolare alimento, che il nostro sistema di difese individua come nemico del nostro corpo. Purtroppo negli ultimi tempi sono anche molto comuni tra i bambini, anche piccoli, che lamentano sintomi ben precisi.

Solitamente si manifesta con problemi gastrointestinali, ma anche con sintomi tipici delle allergie primaverili, con diarrea, nausea, difficoltà respiratorie e, in casi davvero gravi, anche shock anafilattico. Le allergie alimentari più comuni sono ai crostacei, agli arachidi, alla frutta a guscio, al pesce e alle uova, oltre che al latte.

Se l’allergia si manifesta durante dell’esercizio fisico o della pratica sportiva, bisogna evitare di mangiare nelle due ore precedenti all’attività ed evitare gli alimenti che ne provocano una reazione. Se il bambino soffre di allergie crociate, meglio consumare frutta e verdura previa cottura.

Per evitare le reazioni allergiche, bisogna evitare gli alimenti che le provocano. Se però non è possibile, fate assumere ai piccoli degli antistaminici, mentre per le reazioni gravi potrebbe essere necessaria un’iniezione di emergenza di epinefrina (adrenalina).

Per prevenire i sintomi, leggete bene le etichette di tutti gli alimenti e se non siete sicuri di quello che è contenuto nei piatti, magari al ristorante, non fatelo mangiare ai bambini. Avvisate delle allergie nonni, parenti, baby sitter e insegnanti, così tutti sapranno dell’allergia del vostro bambino.

Potreste anche ricorrere a rimedi erboristici, all’agopuntura e agopressione (non so quanto sia consigliata nei bambini) e a diete che sostituiscono i nutrienti dell’alimento eliminato con altri cibi che possono essere ingeriti con tranquillità.

Via | Farmacoecura

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail