Cause del colesterolo alto in gravidanza e quali cibi evitare

Quali sono le cause del colesterolo alto in gravidanza? Normalmente a partire dal secondo trimestre di gravidanza e quindi quando entriamo nel vivo della dolce attesa, iniziano anche a manifestarsi negli esami del sangue e delle urine di routine livelli più elevati del normale per quel che riguarda anche il colesterolo, che poi si alzano ancora di più negli ultimi tre mesi prima del parto.

Tranquille future mamme però, nella maggior parte dei casi non c'è nulla per cui allarmarsi o andare subito in ansia, perchè un incremento dei valori è normalissimo in gravidanza e non pericoloso. Solitamente i livelli scendono a una soglia di tranquillità dopo circa un mesetto dal parto del neonato. Ci sono casi tuttavia in cui il colesterolo diventa particolarmente elevato, in queste situazioni (abbastanza rare per fortuna), cosa bisogna fare? Che cibi si deve evitare?

Dato che in gravidanza c'è sempre bisogno di equilibrio, e neanche un livello troppo basso di colesterolo fa bene; bisogna soprattutto cercare di mangiare il meglio possibile, con una dieta ricchissima di frutta e verdura fresca di differenti varietà. Scegliete cereali per colazione e spuntini, a base di salutare farina d’avena e evitate assolutamente di mangiare troppa carne lavorata e grassa (salumi, salsicce etc). Via libera ai latticini e allo yogurt al naturale o con frutta spezzettata e a tutto ciò che è fresco, poco salato, sano e genuino.

Lo stress può essere inoltre una causa di sbalzi di colesterolo, rilassatevi con buona musica, con delle passeggiate all'aria aperta e con la ginnastica dolce. Cercate di non vivere in gravidanza una vita troppo sedentaria, ma neanche troppo frenetica e pesante. E se i vostri valori di colesterolo vi preoccupano particolarmente, parlatene con il ginecologo di fiducia, che saprà tranquillizzarvi e darvi delle indicazioni di prevenzione molto preziose.

Via | Sanioggi

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail