La congiuntivite è un’infiammazione della congiuntiva, la mucosa che copre la parte interna della palpebra e la parte bianca dell’occhio. L’infiammazione può essere causata da un virus o da un batterio (in questo secondo caso l’unica cura possibile è l’antibiotico: chiedete al medico quale potete assumere).

La congiuntivite è una malattia che si manifesta con un piccolo dolore all’occhio, come se ci fosse un po’ di polvere dentro: le palpebre possono gonfiarsi leggermente, potreste anche provare bruciore e notare dei rigonfiamenti bianchi, oltre che una lacrimazione più abbondante.

Fate molta attenzione alla congiuntivite perché è una malattia contagiosa, che si trasmette molto facilmente: evitate di toccarvi troppo spesso gli occhi, lavatevi spesso le mani e abbiate cura di coprire naso e bocca quando starnutite o tossite. L’infezione solitamente guarisce da sola: potete assumere dei farmaci per ridurre il dolore (come della Tachipirina se avete molto fastidio e compare anche la febbre). Potete anche provare ad utilizzare dei colliri omeopatici, ma sempre chiedendo prima consiglio al vostro medico curante o al vostro ginecologo.

Quando soffrite di congiuntivite ricordatevi di usare asciugamani che non siano impiegati da altre persone, per evitare il contagio, usando degli occhiali da sole se per caso la luce del sole o quella artificiale vi arreca fastidio. Se il fastidio è tanto, provate a fare un po’ di impacchi a base di infuso di camomilla: sono un toccasana ed è un rimedio utile anche per i bambini!

Foto | da Flickr di oculistabrugherio

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gravidanza Leggi tutto

I Video di Bebèblog

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme