Nei bambini come negli adulti i sintomi sono simili. Si avverte un dolore alla gola, quasi una sensazione di pizzicore o di gonfiore. Nei casi più gravi, si può avvertire una difficoltà a deglutire, come a parlare e a respirare. È difficile che il mal di gola si presenti da solo nei bimbi, nella maggior parte dei casi è in compagnia di amici stretti. Chi? Per esempio, l’influenza o il raffreddore.

Purtroppo ciò vuol dure anche tosse, febbre, nasino che cola e difficoltà a riposare correttamente. Se la causa è appunto un virus stagionale, come quelli appena elencati, care mamme, potete stare serene, perché con una settima di riposo, il vostro piccolo tornerà forte e in salute.

Diverso se il mal di gola è accompagnato da delle piccole macchie bianche sulle tonsille o in gola. Si chiamo placche. In questo caso è necessario un antibiotico. La situazione di solito è aggravata dalla presenta di un batterio chiamato streptococco, che può provocare la tonsillite come l’otite.

Seguite con attenzione le indicazioni del medico ed evitate di somministrare farmaci a caso. Il paracetamolo è indicato per tenere bassa la temperatura corporea. Fate bere molto il bambino, sia prodotti caldi sia freddi. E potreste anche aiutarlo con un po’ di aerosol per liberare le alte vie respiratorie.

Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Salute Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme