5 consigli per aiutare un bambino disordinato

Il tuo bambino è disordinato? Scopri quali sono le strategie più efficaci per aiutarlo a tenere in ordine la sua camera ogni giorno

Mio figlio è molto disordinato: come fare per aiutarlo a mettere in ordine quantomeno la sua cameretta? Se anche tu hai un bambino che fatica a tenere in ordine le sue cose, non disperare. Si tratta infatti di un problema comune, soprattutto nei bambini più piccoli.

Ad alcuni potrebbe semplicemente piacere avere tutto a portata di mano (“ho il mio ordine” o “è la mia stanza e a me piace così”), altri potrebbero essere disordinati semplicemente per provocazione, un gesto di sfida verso i genitori (ciò riguarda soprattutto gli adolescenti e i pre-adolescenti), e infine, ci sono anche dei bambini che vorrebbero essere ordinati ma che non riescono a farlo, e che hanno quindi bisogno di un piccolo aiutino.

E l’aiuto deve provenire proprio da noi genitori. Dire a un bambino “sei troppo disordinato” non lo aiuterà in nessun modo a capire cosa deve sistemare e dove dovrebbe migliorare. Si tratta di un commento troppo poco specifico. Soprattutto i bambini più piccoli hanno bisogno di istruzioni più chiare e precise.

In questo articolo vogliamo condividere insieme a te alcuni consigli per aiutare un bambino disordinato. Prova a metterli in pratica con pazienza e vedrai che ben presto la situaizone migliorerà.

Come aiutare un bambino disordinato?

© Foto di Thaliesin da Pixabay
  1. Ci vuole chiarezza: come abbiamo accennato, un bambino potrebbe non avere chiaro il concetto di “ordine” e soprattutto quello di “disordine”. Quando la cameretta è ordinata, fallo notare a tuo figlio, indicando i libri nella libreria, i Lego nell’apposita scatola e i vestiti ben piegati nei cassetti, e spiegagli che è così che una cameretta ordinata dovrebbe apparire.
  2. Ordine si, ma senza esagerare: un minimo di disordine dovrebbe essere sempre tollerato in casa, e soprattutto nella stanzetta di tuo figlio. Un paio di libri fuori posto o una maglietta sul letto non fa di una stanza un luogo caotico. Fai capire a tuo figlio se e quanto disordine può essere accettabile in casa.
  3. Elimina il superfluo: lo abbiamo accennato qualche settimana fa, quando abbiamo parlato del decluttering. Eliminare le cose superflue che non si usano più (sia che si tratti di giochi, vestiti, libri o scarpe) permetterà di avere più spazio in camera per tenere tutto in ordine con facilità.
  4. A ogni oggetto il suo posto: il disordine si crea quando uno o più oggetti non hanno un posto tutto loro. Se in camera non c’è un posto apposito per conservare lo zaino della scuola o i fumetti, niente di strano che questi finiscano sul pavimento in disordine!
  5. Stila una checklist: potrebbe essere una lista di cose da tenere in ordine o una lista di cose da fare prima e dopo la scuola per tenere vestiti, giochi e oggetti al loro posto. Assicurati che ogni giorno tuo figlio rispetti le voci della lista, e pian piano diventerà una sana abitudine quotidiana!

Ti vengono in mente altri modi per aiutare un figlio disordinato?