I consigli dei pediatri per la salute dei bambini dal Congresso 2013 della SIP

In questi giorni ha luogo il Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria (SIP) a Bologna: i pediatri italiani discutono su una società a misura di bambino, con utili consigli anche per mamma e papà.

pediatri

In questi giorni a Bologna i pediatri italiani sono riuniti nel 69esimo Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria. Moltissimi i temi in discussione, tutti legati al tema "A misura di bambino": si discute, infatti, di una società più adatta ai piccoli, nella quale la loro salute e il loro benessere siano una voce primaria e non qualcosa che può passare in secondo piano.

I pediatri italiani riuniti a Bologna ci offrono ottimi spunti di riflessione per la salute dei piccoli. Si parla di alimentazione e allattamento, ma anche di farmaci, di gestione del dolore e molto altro ancora.

Allattamento materno

Tutti conosciamo l'importanza del latte materno nei primi mesi di vita del piccolo: la situazione italiana è molto delicata, perché spesso le mamme sono lasciate da sole, poco seguite. Secondo i recenti dati, infatti, il 90% delle mamme iniziano ad allattare al seno, ma dopo si riduce al 30% e a sei mesi solamente il 5% lo fa in maniera esclusiva, anche se l'allattamento al seno esclusivo per i primi 6 mesi è altamente consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Eppure si conoscono bene i benefici del latte materno.

Banche del latte materno

Negli ultimi cinque anni sempre più mamme hanno donato il loro latte, un gesto completamente gratuito che permette di aiutare i bambini nati pretermine (il latte della loro mamma, infatti, non arriva immediatamente). Le donazioni sono aumentate del 51%, anche se la situazione non è omogenea, con molte carenze al sud. 28 le Banche italiane del latte che conservano il prezioso latte materno donato, che può salvare la vita dei nati prematuri. Un gesto molto importante di solidarietà tra mamme!

Farmaci generici ai bambini

Lo sapevate che i farmaci generici sono sconsigliati nei bambini? La cautela usata dai pediatri italiani (con un medico su 2 che tratta meno del 20% con i cosiddetti medicinali equivalenti) è presto spiegata. I farmaci generici, che permettono alle famiglie ma anche al Sistema Sanitario Nazionale di risparmiare molti soldi, non vanno bene per i piccoli per il loro dosaggio, dal momento che per legge possono avere una diversità di concentrazione fino al 20% del farmaco di marca, un fatto che per gli adulti non comporta rischi, ma diversa la situazione è per i bambini: si parla di pericolo di sovradosaggio ma anche di inefficacia della cura. Inoltre alcuni eccipienti contenuti potrebbero essere la causa di possibili allergie.

La crisi italiana e la salute dei bambini

Sempre più spesso le famiglie italiane sono in crisi e, purtroppo, i tagli alla salute, anche dei più piccoli, sono molti. La crisi, inoltre, potrebbe causare problemi allo sviluppo psicofisico del bambino, oltre che poter far emergere condizioni di igiene non proprio consone e un'alimentazione non adeguata.

Foto | da Flickr di jdvaun

  • shares
  • Mail