La bronchite è l’infiammazione dei bronchi e si manifesta con mal di gola, occlusione alle vie respiratorie, difficoltà di respirare soprattutto con il naso. I bambini tendono poi a lamentare affaticamento, dolore al torace, spesso hanno tosse secca, catarro e febbre anche alta. È un quadro che ovviamente può corrispondere a diversi raffreddamenti, per questo motivo si consiglia sempre di chiedere un consulto al pediatra.

Il medico di solito ausculta il torace con il fonendoscopio e poi decide per la diagnosi, che può semplicemente prevedere una terapia farmacologia o magari anche qualche esame più, per verificare che non siano compromessi magari anche i polmoni. Considerate che la bronchite si cura con del paracetamolo, per abbassare la febbre e poi dei mucolitici per fluidificare il catarro.

È molto importante non sottovalutare mai la bronchite nei bambini, perché purtroppo può portare anche delle complicanze gravi, come la pleurite. Cercate quindi di tenere i bimbi al caldo, soprattutto nel periodo invernale e obbligateli (è brutto da dire, ma purtroppo in alcuni casi non si può fare diversamente) a fare l’aerosol, anche al primo banale raffreddamento.

Inoltre, fate sempre molta attenzione ai fattori esterni. Purtroppo far vivere un piccolino un ambiente malsano ovviamente ne aumenta il rischio. È bene quindi che in casa, l’aria sia sempre pulita, che non siano vittime del fumo passivo e se le strade della vostra città sono davvero inquinate, proponetegli l’uso della mascherina. Non è molto, ma può sicuramente aiutare.

Via | Farmaco e Cura; Inerboristeria

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Salute Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme