Orticaria nei bambini: cause, quanto dura e come si manifesta

Tutto sull’orticaria nei bambini, quali sono le sue cause, quanto dura, come si manifesta e come curarla con farmaci e rimedi naturali utili per calmarla.

L’orticaria nei bambini è la comparsa improvvisa di una serie di macchie rosse, pruriginose e gonfie sulla pelle che possono variare di dimensione – da pochi a molti cm – e possono presentarsi su tutto il corpo o solo su una parte di esso. Approfondiamo l’argomento riassumendo le cause, la durata, i sintomi e le cure dell’orticaria nei bimbi.

Cause dell’orticaria nei bambini

L’orticaria nei più piccoli si può verificare come reazione allergica al consumo di determinati alimenti o all’assunzione di determinati medicinali. L’organismo risponde all’allergene causando delle macchie rosse, che possono dare anche molto prurito. L’allergia può essere causata, ad esempio, da fattori ambientali come stress o cambiamenti, ma anche da allergie come quelle al polline, al lattice e al pelo degli animali. Senza dimenticare le intolleranze alimentari, lo streptococco o le punture di insetti che possono causare orticaria.

Orticaria nei bambini e Coronavirus

Eruzioni cutanee su neonati e bambini sono piuttosto comuni e possono avere cause di diversa natura. Tra queste, si include anche il Covid-19. Dall’inizio della pandemia, infatti, i ricercatori si sono occupati di studiare gli effetti dermatologici del COVID-19 sui più piccoli. I bambini non immunizzati fino ad ora, hanno manifestato forti eruzioni cutanee da COVID.

Orticaria nei bambini cause, quanto dura e come si manifesta

Come si manifesta l’orticaria nei bambini

Se l’orticaria nei bambini si manifesta solitamente nella zona interessata dal contatto con l’allergene, quando si tratta di un disturbo causato da un’allergia alimentare si diffonde in tutto il corpo, in particolare su braccia, gambe, torace e dorso. I sintomi tipici della reazione, di solito, scompaiono da soli in 2-4 giorni, ma bisogna indagare sempre sul perché compaiono quelle chiazze gonfie rossastre che danno prurito e che si manifestano principalmente durante la stagione calda, per evitare che possano di nuovo scatenarsi. L’orticaria nei bambini può essere senza prurito. Come si fa a capire se è orticaria? Sarà il medico a diagnosticarla dopo accurata visita.

Quanto dura

I sintomi possono durare da poche ore a una settimana (a volte più a lungo). Può accadere che nuove macchie vadano a sostituire quelle svanite. Le macchie che rimangono per 4-6 settimane vengono definite acute. Quelle che durano più a lungo sono invece dette croniche.

Cibi da evitare

In caso di orticaria nei bambini causata da allergie alimentari, bisogna fare molta attenzione ai cibi ricchi di istamina come fragole, pomodori, spinaci, formaggi fermentati e stagionati, cacao e cioccolato, pesce conservato, anche congelato, frutti esotici e frutta secca, salumi, funghi. Ma bisogna fare attenzione anche al latte vaccino, alle uova, alla soia, a pesci e crostacei, a frutta come arancia, pesca e kiwi, oltre che a coloranti e conservanti.

Come si cura l’orticaria nei bambini

Per curare l’orticaria si possono usare antistaminici o cortisonici, mentre a livello naturale si possono prendere l’Arsenicum album, il Lycopodium clavatum, il Psorinum, la Pulsatilla, il Sulfur. Tra i rimedi naturali, per alleviare l’orticaria si può applicare un panno umido fresco sulla zona o anche mettere il bicarbonato di sodio o la farina d’avena nell’acqua del bagno del bambino. Entrambi agiscono come calmanti.

Foto di mohamed Hassan da Pixabay e  da Flickr di care smc