Papa Francesco contro i media: "Se i bambini muoiono di fame non fanno notizia"

Nella sua solita udienza del mercoledì papa Francesco ha rivolto parole dure contro i media, rei di non trattare le notizie con la giusta importanza: è più importante parlare dei bambini che muoiono di fame o dell'andamento della borsa?

Papa Francesco

Il papa a difesa dei bambini che nel mondo soffrono e muoiono di fame e contro i media, colpevoli di non dare la giusta rilevanza a queste notizie, preferendo parlare dell'andamento della borsa. Papa Francesco parla dei più indifesi, delle creature più innocenti, dei bambini a cui vengono negati anche i diritti più basilari, in occasione della sua tradizionale udienza del mercoledì: piazza San Pietro era piena di fedeli, tutti lì per poter vedere e ascoltare Papa Francesco!

Papa Francesco e i bambini

Papa Francesco con un bambino
Papa Francesco tra i fedeli
Papa Francesco saluto
Papa Francesco in piazza San Pietro

Nella Giornata Mondiale per l'Ambiente, in occasione della sua udienza, il papa ha denunciato la tirannia del denaro e dello scarto, che mettono in secondo piano le persone. Il pontefice ricordando che non dobbiamo abituarci allo spreco di cibo, ha criticato duramente i media:

se muore una persona non è notizia, se tanti bambini non hanno da mangiare non è notizia, sembra normale: non può essere così.

Il papa critica i mezzi di comunicazione che preferiscono dare notizie sugli indici della Borsa e non quelle che riguardano persone e bambini che ogni giorno muoiono di fame. Loro non fanno notizia, ma non è bene abituarsi a questa situazione, che lui considera sicuramente anomala.

Nel Giorno Mondiale per l'Ambiente papa Francesco ha anche ricordato l'importanza di una buona abitudine che è quella di prenderci cura della terra, che ci è stata donata da Dio e che noi dobbiamo custodire e curare con attenzione, evitando sprechi e abusi.

Papa Francesco sorriso
Papa Francesco udienza
Papa Francesco in Vaticano

Via | IlSecoloXIX

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail