Punture di insetti nei bambini: i rimedi per alleviare il prurito

Cosa fare in caso di punture di insetti nei bambini? Ecco i consigli degli esperti per alleviare il prurito.

Punture di insetti nei bambini

Le punture di insetti nei bambini possono mettere in allarme mamma e papà e i bambini stessi che devono subire le lesioni cutanee provocate dalle punture, con prurito e reazioni allergiche tra le conseguenze più comuni.

Sulla cute dei bambini di solito notiamo orticaria papulosa, causata da ripetuti contatti con l'insetto, strofulo, un raggruppamento di lesioni rilevate e arrossate, che si possono accompagnare da vescicole e lesioni da grattamento, e prurigo nodulare, cronicizzazione delle lesioni cutanee sottoposte a un continuo grattamento.

Gli insetti che possono provocare queste lesioni sono molti, tra i più comuni ci sono le zanzare, ma anche le cimici, le pulci, le zecche. Solitamente il periodo estivo e quello autunnale è quello con maggiori frequenze di punture, ma ultimamente stiamo assistendo a fenomeni che si susseguono tutto l'anno.

Le punture, che solitamente si manifestano nelle zone scoperte del corpo, come viso, braccia, gambe e addome, ma alcuni insetti si possono anche infilare sotto gli indumenti, vanno trattate con vari rimedi che possono alleviare infiammazione e prurito: se notiamo una reazione, possiamo applicare una crema antinfiammatoria anche non steroidea, mentre in caso di reazione intensa è meglio usare creme al cortisone.

Non è consigliato usare antistaminici topici, che molto spesso sono fotosensibilizzanti. Solo in casi di reazioni allergiche generalizzate si può ricorrere a cortisone per via sistemica. Il bambino non dovrebbe grattarsi, per evitare l'insorgenza di infezioni.

Via | Ospedale Bambino Gesù

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail