Endometriosi, la gravidanza è a rischio?

L’endometriosi è una malattia molto diffusa, ma spesso molto difficile da diagnosticare. Numerose donne si accorgono di avere un problema solo durante la ricerca di una gravidanza.




L’endometriosi si manifesta, nella maggior parte dei casi, con cicli dolorosi e non regolari. Quante sono le donne che non hanno problemi all’endometrio con questo disturbo? Tantissime e così è molto difficile sia elaborare una diagnosi sia preoccuparsi al punto da chiedere un consulto in un centro specializzato. Come si cura? Molte signore prendono la pillola, semplicemente, altre invece con uno stadio più grave sono costrette a intervento chirurgico.

Il problema vero è la gravidanza. Avere un bambino non è impossibile, ma può risultare decisamente più difficile. La bella notizia è però un’altra: una volta superato il concepimento questa malattia non è pericolosa, ma anzi la gestazione è quasi terapeutica. Non abbiate quindi paura di incorrere in complicanze dovute all’endometriosi.

La gravidanza tende a regolarizzare gli ormoni e di conseguenza creerà un momento felice anche sotto quel punto di vista. Cu sono studi che sostengo l’esistenza di complicanze materne, quali ipertensioni, emorragie del terzo trimestre e aumentata probabilità di taglio cesareo. Per il bambino, invece, può manifestarsi basso peso alla nascita, prematurità e iposviluppo. Considerate che le ricerche sono numerose sul tema e spesso discordanti, quindi è inutile fasciarsi la testa. Affidatevi a un bravo ginecologo, in modo che vi segua per tutta la gravidanza serenamente, e poi cercate di godervi il momento meraviglioso. Le donne in gravidanza devono fare i conti con numerose ansie per natura, cerchiamo di non esasperare la situazione.

Via | Dolceattesa; EndoAssoc

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail