Seguici su

Cronaca

Il sangue dal naso nei bambini, le cause e le cure più efficaci

Il bambino soffre di sanguinamenti frequenti al naso, quali possono essere le cause? E come curare il disturbo?

I bambini spesso soffrono di sanguinamenti al naso, un disturbo che spaventa sempre i genitori. Ma quali possono essere le cause? E soprattutto quali sono le possibili cause?

Il sangue dal naso nei bambini è un fenomeno molto frequente e che allarma mamma e papà. Per gli specialisti le epitassi, così si chiamano in gergo medico, possono essere episodi singoli o frequenti, con cause di varia natura. I sanguinamenti dal naso possono essere infatti dovuti a caratteristiche costituzionali, cioè alcuni bambini hanno già una predisposizione provocata da una dilatazione naturale delle vene che si trovano subito dietro la base del setto nasale. In questo caso gli episodi di sanguinamento possono avvenire in qualsiasi periodo dell’anno, anche se sono molto più comuni d’estate a causa del caldo e della vasodilatazione delle vene.

I sanguinamenti dal naso potrebbero essere causati anche da infiammazioni del naso e nello specifico della parte anteriore a causa di un’infezione batterica. In questo caso spesso il bimbo manifesta anche un arrossamento all’ingresso delle narice, dolore e croste.

Quali sono invece i rimedi e le cure? Ecco una serie di consigli validi su quello che dobbiamo e non dobbiamo fare in questi casi:

    Bisogna:

  • Invitare il bambino a piegare la testa in avanti e a respirare dalla bocca e non dal naso.
  • Comprimere tra le dita la parte anteriore del naso per qualche minuto: questa manovra facilità la formazione di un tappo da parte di cellule coinvolte nel processo di coagulazione, quindi il blocco del sanguinamento.
  • Applicare ghiaccio sulla nuca o sulla fronte: il freddo, al contrario del caldo, determina un’importante vasocostrizione, di conseguenza la riduzione e/o l’interruzione del sanguinamento.
  • Rivolgersi al proprio pediatra: questo va fatto soprattutto nelle situazioni in cui i sanguinamenti sono ripetuti e frequenti. Potrà essere così valutata la causa e l’eventuale trattamento, oltre alla necessità o meno della consulenza di uno specialista (otorino).
  • Ricordare di dire al pediatra e/o allo specialista se il bambino ha assunto farmaci antinfiammatori, quali ad esempio OKI, Nurofen, Nureflex o altri: questa è un’informazione importante perché, per effetto di questi preparati, potrebbe essere più difficoltoso l’arresto spontaneo del sanguinamento
  • .

    Non si deve mai invece:

  • Chiedere al bambino di sdraiarsi: così facendo il sanguinamento apparentemente si riduce. In realtà viene solo fatta cambiare direzione al flusso di sangue, che invece di uscire all’esterno procede verso la gola.
  • Applicare all’interno delle narici tamponi di cotone o di garza: possono essere spinti indietro nel naso, rendendo così difficile la loro successiva rimozione da parte dello specialista.

Via | Federazione Nazionale Collegi Infermieri

Leggi anche

colesterolo colesterolo
Salute1 giorno ago

Vino: perché aiuta contro il colesterolo?

Il controllo dei valori del colesterolo è fondamentale se si ha intenzione, comprensibilmente, di mantenere in salute il sistema cardiovascolare...

campo di concentramento campo di concentramento
Educazione2 giorni ago

Giornata della Memoria: come spiegare la Shoah ai bambini

Il 27 gennaio ricorre la Giornata della Memoria: ecco come spiegare quel periodo buio della nostra storia ai più piccoli....

outfit pioggia stivali outfit pioggia stivali
Intrattenimento2 giorni ago

Weekend di pioggia: come intrattenere i bambini?

L’inverno non è la stagione preferita di chi ha figli per diversi motivi, a partire dai malanni che i bambini...

Paris Hilton Paris Hilton
Celebrità3 giorni ago

Paris Hilton è diventata mamma, il figlio è nato da maternità surrogata

Paris Hilton è diventata mamma: l’ereditiera ha annunciato oggi la nascita di suo figlio, probabilmente nato da madre surrogata. Paris...

Mamma che allatta al seno Mamma che allatta al seno
Allattamento4 giorni ago

Allattamento e ciclo: cosa c’è da sapere a riguardo

Cosa c’è da sapere sull’allattamento e ciclo dopo il parto? Ecco tutte le informazioni più utili sul cosiddetto capoparto. Quando...

Neonato appena nato Neonato appena nato
Mamma5 giorni ago

Rooming-in, è sicuro? Cos’è e come funziona questa pratica per le neo mamme

Rooming-in, una pratica che permette a mamma e neonato di stare insieme 24 ore al giorno in ospedale: cerchiamo di...

Galileo Galilei Galileo Galilei
Istruzione5 giorni ago

Galileo Galilei spiegato ai bambini: tutto sulla vita dello scienziato

Come spiegare ai bambini Galileo Galilei: il grande scienziato che ci ha aperto la strada verso un nuovo modo di...

Bambina guarda televisione Bambina guarda televisione
Cinema e Video5 giorni ago

I nomi dei principi della Disney: l’elenco completo

Indovina, indovinello: come si chiamano i principi della Disney? Scopriamoli tutti, dai grandi classici ai film più recenti! Oggi vi...

Bambina febbre Bambina febbre
Salute5 giorni ago

Come abbassare la febbre nei bambini: i rimedi migliori

La febbre è un meccanismo di difesa molto importante che non sempre va abbassato: cerchiamo di capire come comportarsi in...

Bambina malata febbre Bambina malata febbre
Cronaca1 settimana ago

Allarme triplendemia dei bambini: cos’è e come mai è pericolosa

La triplendemia dei bambini è una nuova pericolosa infezione che colpisce i più piccoli: vediamo cos’è e come trattarla. Anche...

Festa di Carnevale Festa di Carnevale
Intrattenimento1 settimana ago

Poesie di Carnevale per la scuola primaria: le più belle da insegnare ai bambini

Quali sono le poesie di Carnevale perfette per la scuola primaria? Ecco tutte le più belle che i vostri bambini...

Mamma mani figlio neonato Mamma mani figlio neonato
Cronaca2 settimane ago

Bonus mamma 2023: quali sono i requisiti e come richiederlo

Anche quest’anno sarà possibile fare richiesta per il bonus mamma 2023: ecco come richiederlo e cosa c’è da sapere. Il...