La convalescenza post tonsillectomia nei bambini, ecco la dieta da seguire

Per i bambini, il recupero dopo un intervento di tonsillectomia, è abbastanza rapido. È necessario però aiutarli con una dieta specifica, inizialmente liquida.




Come si guarisce dalla tonsillectomia? L’asportazione delle tonsille un intervento abbastanza semplice e doloroso. Come abbiamo ripetuto in diverse occasioni, una volta queste piccole protuberanze venivano tolte alla prima febbre, oggi si preferisce un altro approccio. Detto ciò, se il vostro bambino deve essere sottoposto a questo trattamento chirurgico state tranquille. Prima cosa per la convalescenza è abbastanza rapida. In un paio di settimane tornerà a essere perfettamente in forma.

Che cosa deve mangiare nella fase post operatoria? I primi due o tre giorni di solito sono a base di una dieta liquida, quindi frullati, succhi di frutta, ghiaccioli e gelati. L’obiettivo è quello di nutrire il piccolo e tenere la zona morbida e ben pulita. Potrebbe avere male e rifiutarsi di deglutire. In questa fase quindi concedetegli un gelatino in più senza problema. Il freddo, tra l’altro, tende ad anestetizzare.

Si possono poi introdurre dei cibi morbidi, come passati di verdura, purè e formaggini e creme. Successivamente i pasti possono tornare normali. Preparate magari della pasta ben cotta, della carne lessa, che si può sbriciolare o tritare. Non forzate assolutamente, almeno per le prime 48/72 ore, il piccolino. Riprenderà un po’ alla volta, soprattutto con tante coccole e un po’ di pazienza.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail