La congiuntivite batterica nei bambini: sintomi, cause e cure

Come si manifesta la congiuntivite batterica e soprattutto come si cura? Ecco i consigli per le mamme per affrontare in modo tempestivo un disturbo molto comune sia nei neonati sia durante l’infanzia.


La congiuntivite batterica è, proprio come si capisce dal nome, un’infezione dell’occhio causata da batteri. La parte colpita è la congiuntiva, ovvero la sottile pellicola protettiva che riveste la palpebra interna e il bulbo oculare. I batteri responsabili sono diversi, tra cui i numerosi streptococchi e stafilococchi, che purtroppo minano la salute dei più piccoli durante tutto il periodo di crescita.

Come si manifesta? Generalmente la congiuntivite batterica ha sintomi molto simili a quella virale e allergica. Sono tipici gli occhi arrossati, il fastidio alla luce, il dolore e il gonfiore. Possono presentarsi anche prurito, lacrimazione eccessiva e la produzione di una sorta di collante, che può appiccare le ciglia. La prima cosa da fare è tenere pulita la zona, possibilmente con dei lavaggi delicati.

L’infezione batterica è altamente contagiosa, quindi il bimbo e i genitori devono lavarsi le mani, utilizzando salviette diverse. È bene che il piccolo non si tocchi gli occhi e possibilmente li protegga con degli occhiali. Come si cura? Si utilizzano dei prodotti a uso topico, come i colliri e le pomate. Spesso sono farmaci a base antibiotica o al cortisone. È necessario rispettare la dose e soprattutto non fare male l’autodiagnosi. Sarà il pediatra o l’oculista sia a emettere una diagnosi, sia a decidere quale terapia e con che posologia prescrivere.

Via | My Personal Trainer

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail