Lo sviluppo del bambino da 0 a 3 anni e quali progressi compie

Lo sviluppo del bambino da 0 a 3 anni segue delle fasi di crescita che possono arrivare prima o dopo, che si manifestano in maniera diversa a seconda del bambino, ma che prima o poi si manifestano. Ecco i traguardi che raggiunge entro i 3 anni.

sviluppo bambino 0 a 3 anni

Lo sviluppo dei bambini da o a 3 anni è veloce e impressionante: si passa dalla nascita, quando il piccolo interagisce davvero pochissimo, limitandosi a prendere il latte, dormire e piangere quando sente che c'è qualcosa che non va, arrivando a camminare, a parlare, a diventare più indipendente, iniziando a frequentare da solo la scuola materna.

Sono tantissimi i progressi che i bambini fanno nei primi tre anni di vita, ma dobbiamo sempre ricordarci che ogni piccolo ha il suo sviluppo individuale, una storia a se stante, quindi inutile fare paragoni. Possiamo comunque tenere come punto di riferimento le fasi di sviluppo dei bambini nei primi tre anni di vita.

Fino ai due mesi il piccolo non riesce ad alzare la testa, ma sente già gli odori, reagisce ai rumori e ai suoni, sa farsi capire piangendo e attirando in questo modo l'attenzione.

Dai 3 ai 6 mesi, invece, la situazione cambia, perché il piccolo comincia a riconoscere le voci famigliari, fa i primi sorrisi e i primi versi, comincia a portarsi gli oggetti alla bocca. Molti piccoli riescono a stare seduti da soli o con l'aiuto di qualcuno.

Dai 6 mesi ai 2 anni il bambino mostra più attaccamento nei confronti della mamma: comincia l'ansia da separazione e la paura di chi non si conosce. Comincia a gattonare e a camminare, muovendo i primi passi intorno ai 9-10 mesi. Comincia a dire le prime paroline, che intorno all'anno di vita sono semplicemente mamma e papà. Comincia a capire le regole e i no devono essere chiari.

Dai 2 ai 3 anni i rapporti con la mamma cambiano: comincia ad avere maggiore indipendenza, abbandona il pannolino, cammina, parla meglio e chiede sempre il perché di ogni cosa. Riesce persino a fare frasi abbastanza lunghette.

Via | loriangelasenapsicologa

Foto | da Flickr di paparutzi

  • shares
  • Mail