I bambini mangiano troppo dolci? Generalizzare non è mai saggio, sicuramente i piccoli di casa mostrano una preferenza evidente per merendine, torte, cioccolata e marmellata. È più facile farli felici con un buon budino che con un piatto di verdure. È vero anche che i genitori sono i primi, per pigrizia e mancanza di tempo, a ripiegare su snack o prodotti confezionati per la merenda o anche per i pasti principali. Qual è il problema? Lo zucchero come il sale è un conservante e inserito nel 90 percento dei prodotti che consumiamo.

Tra zucchero bianco, aspartame, zucchero di canna e fruttosio siamo continuamente esposti al glucosio. È stato tra l’altro dimostrato che lo zucchero bianco sia correlato agli episodi di iperattività, oltre che al diabete e all’obesità infantile. È quindi importante cercare di limitare quanto più possibile questo alimento. Come si fa? Prima di tutto, insegnando al bimbo ad apprezzare i sapori naturali. Non è necessario mettere un cucchiaino di zucchero nella spremuta, si può bere anche così.

Si consiglia poi di sostituire le classiche merendine con della frutta, che può essere mangiata al naturale o frullata, magari con l’aggiunta di un po’ di latte. Anche la verdura dolce e gustosa: per esempio le carote, sgranocchiate al naturale sono deliziose, così come tritate e utilizzate come base per una torta, che può avere lo yogurt al posto del burro e un cucchiaio (o due) di miele al posto dello zucchero.

Foto | Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Salute Leggi tutto