Seguici su

Salute e benessere

Come curare la febbre dei bambini con le nuove linee guida

Arriva il cambio di stagione, e arrivano i primi raffreddori e linee di febbre. Ecco come comportarsi quando i piccoli hanno la febbre alta.

Arriva il cambio di stagione, e iniziano a diffondersi i primi raffreddori soprattuto a causa della ripresa delle scuole per cui i batteri iniziano a diffondersi rapidamente. Come comportarsi in caso di febbre senza farsi prendere dal panico?

E’ bene non farsi trovare impreparati, e seguire le nuove linee guida del NICE, il National Institute for Health and Care Excellence. Per curare la febbre dei bambini, o meglio contenerla dato che la temperatura alta è solo un segnale che il corpo reagisce bene all’infezione, bisogna seguire alcuni accorgimenti per alleviare i malesseri dei bimbi, e non rischiare di complicare la situazione. In effetti come commenta Marina Picca, presidente della Società Italiana delle Cure Primarie Pediatri:

“La febbre non é un nemico da combattere, ma una reazione dell’organismo per difendersi dalle infezioni”.

Ecco, in sintesi, le indicazioni importanti da seguire se il bimbo ha la febbre alta:

– La temperatura alta va trattata solo quando rende il piccolo sofferente e irritabile, non lo lascia dormire o alimentarsi normalmente, e comunque solo se supera i 39°C.

– Non è vero che l’aumento della temperatura può provocare danni cerebrali o altre conseguenze gravi.

– Il bimbo non va imbacuccato e nemmeno spogliato perché riuscirete solo a farlo raffreddare.

– I due farmaci antipiretici autorizzati per i bambini sotto i sei anni sono il paracetamolo e l’ibuprofene (é preferibile somministrare questi medicinali per bocca per far assumere al piccolo la quantità giusta di farmaco), e vanno usati per contrastare il malessere del bambino, e soltanto finché il malessere dura.

– Non bisogna superare le dosi nel corso della giornata o prolungare il periodo di cura consentito perché si rischia di superare la soglia di tossicità o di danneggiare il fegato.

– L’intervallo per la somministrazione è di 4-6 ore per il paracetamolo e di 6-8 ore per l’ibuprofene: non si deve obbligatoriamente somministrare di nuovo il farmaco passato l’intervallo, ma farlo solo se il bambino è di nuovo sofferente.

– Se il disagio non migliora dopo aver dato uno dei due medicinali, è possibile provare a utilizzare l’altro ma farlo con cautela e non dare i due medicinali insieme. Attendere comunque le ore di intervallo prima di iniziare con il secondo farmaco, e mai accorciare i tempi tra le varie somministrazioni.

– Quando si definiscono le dosi bisogna fa riferimento al foglietto illustrativo all’interno della confezione e seguire i dettami secondo l’età e il peso del bambino. Nel caso in cui vi sia discordanza, quel che conta è il peso.

Per esperienza personale consiglio di riflettere bene prima di agire, perché la preoccupazione può spingere a fare passi d’istinto di cui ci si potrebbe pentire subito dopo. E’ meglio fermarsi a riflettere, preferibilmente in coppia, per prendere la decisione più logica. Nel dubbio, consultate il pediatra di famiglia che saprà usare le parole giuste per rasserenarvi.

Via | Corriere

Leggi anche

donna che sorride donna che sorride
Scuola2 giorni ago

Gestire la routine mattutina: consigli per partire bene

Gestire la routine mattutina in modo efficace può fare la differenza nella qualità della giornata. La routine mattutina è un...

mamma e figlia mamma e figlia
Scuola4 giorni ago

Come affrontare l’ansia da separazione all’asilo

Ecco qualche strategia per affrontare l’ansia da separazione all’asilo. L’ansia da separazione è un problema comune che molti bambini affrontano...

mamma e figlia mamma e figlia
Scuola7 giorni ago

Prepararsi al primo giorno di scuola: una guida per le mamme

Il primo giorno di scuola è un momento emozionante e significativo nella vita di un bambino. Ecco come prepararsi! È...

mamma bambina libro mamma bambina libro
Scuola1 settimana ago

Incoraggiare la lettura a casa: consigli per i genitori

Leggere a casa può aiutare i bambini a sviluppare competenze linguistiche, cognitive e sociali. La lettura è un’attività fondamentale per...

mensa scolastica mensa scolastica
Scuola2 settimane ago

Intolleranze alimentari e mensa scolastica: una guida

Le intolleranze alimentari sono diventate sempre più comuni negli ultimi anni, ecco come affrontarle. Le intolleranze alimentari possono essere particolarmente...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola2 settimane ago

Il ruolo dei genitori nei compiti a casa: trovare un equilibrio

I compiti a casa sono una parte essenziale di ogni studente, ecco come trovare un equilibrio con i genitori. Svolgendo...

Studenti Studenti
Scuola2 settimane ago

Scegliere l’abbigliamento scolastico: comodità e stile

Scegliere l’abbigliamento scolastico giusto è una questione di equilibrio tra comodità e stile. L’abbigliamento scolastico è un aspetto importante della...

bullismo bullismo
Scuola3 settimane ago

Affrontare il bullismo a scuola: consigli per i genitori

In questo articolo, esploreremo alcuni consigli pratici per i genitori che desiderano affrontare il bullismo. Il bullismo è un problema...

bambino fa merenda bambino fa merenda
Scuola3 settimane ago

La merenda perfetta per la scuola: idee sane e gustose

La merenda perfetta per la scuola dovrebbe essere sana, gustosa e nutriente. Ecco qualche idea! La merenda è un momento...

Bambina a scuola Bambina a scuola
Scuola3 settimane ago

Navigare nella scelta della prima scuola: consigli per i genitori

La scelta della prima scuola per il proprio figlio è un processo importante, ecco qualche consiglio. La scelta della prima...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola4 settimane ago

La comunicazione efficace tra genitori e scuola

In questo articolo, esploreremo l’importanza della comunicazione tra genitori e scuola e forniremo suggerimenti su come migliorarla. La comunicazione efficace...

Ragazza che studia al computer Ragazza che studia al computer
Scuola4 settimane ago

Organizzare lo studio a casa: tecniche e consigli

Organizzare lo studio a casa richiede pianificazione e adozione di tecniche efficaci. Ecco qualche consiglio! Organizzare lo studio a casa...