In concomitanza con la Settimana Vegetariana Internazionale le scuole milanesi hanno proposto agli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie un menù vegano.

Il progetto è di Milano Ristorazione, l’azienda che prepara i pasti per gli alunni delle scuole milanesi, mentre il pasto è stato studiato dallo chef stellato Pietro Leemann e prevedeva: primo piatto con grano saraceno, crema di zucca e zucchine, insalata di tofu con salsa di soia e come dolce muffin alla carota.

Sembra un menu molto raffinato, forse troppo per i bambini delle scuole. Fatto sta che il cibo presentato a mensa è andato a finire direttamente nella spazzatura, con conseguenti e grossi sprechi.

L’iniziativa ha suscitato proteste da parte di molti genitori (“Vedere tutti i bimbi digiuni è stato uno strazio, una delle esperienze più mortificanti a cui un genitore debba assistere”, è uno dei commenti raccolti dal quotidiano Il Giornale). Non tutti possono essre d’accordo, ma reputo l’idea lodevole anche perché anche a scuola oltre che nel contesto familiare, si può educare i bambini ad una alimentazione che può far bene alla salute e all’ambiente. Forse un menu totalmente “green” per i bambini e ragazzi può essere stato uno choc soprattutto se in casa non hanno mai sentito parlare di ecologia, alimentazione vegetariana e cucina vegana.

Personalmente penso che l’educazione alimentare inizi dalla famiglia. E’ da lì che si parte per far conoscere a bambini e ragazzi cosa significhi mangiare in maniera sana. Se i bimbi avessero già recepito qualcosa in merito, o avessero provato delle ricette vegetariane sulla tavola di casa, forse quel giorno a scuola, avrebbero mangiato il pasto con tranquillità. E voi come la pensate al riguardo?

Via | IlGiornale

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Alimentazione per bambini Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Fini più alti