Come rendere divertente la doccia dei bambini

Come si può rendere la doccia dei bambini un momento divertente? Ecco qualche consiglio per abbandonare il bagnetto.

bambino-doccia

Insegnare ai bambini a fare la doccia è un passo importante che deve però essere valutato con la giusta attenzione. Fino a 4 anni, è consigliabile che i bambini facciano il bagnetto anche per una questione di stabilità. Li si mette seduti nell’acqua, li si lava e li si lascia anche liberi di giocare. In un secondo momento, si può pensare alla doccia, molto più pratica e veloce. Come renderla anche divertente?

La cosa importante è scaldare il bagno e avere il cambio vicino, affinchè il bambino non prenda freddo. Nelle fasi di lavaggio, fate appoggiare il bambino con le manine alla parete, così che riesca a tenersi in equilibrio, mentre per i capelli è importante che reclini indietro la testa, affinchè il sapone non finisca negli occhi. Non è detto che anche la doccia non possa essere ludica.

Potete farlo pasticciare con il miscelatore, applicare sulle pareti dei giochini con le ventose e farlo giocare con il box appannato. Si possono fare dei disegni meravigliosi. Sicuramente la fase di gioco più bella è quella del risciacquo, che va fatto con cura. A differenza del bagno, la doccia, soprattutto se il bimbo è piccolo andrebbe condivisa con la mamma e il papà: prima voi lavate il pupetto e poi lasciate che sia lui a fare lo stesso con voi.

Una volta chiuso il rubinetto, bisogna uscire. Avvolgetelo subito in asciugamano, tamponate la testa e soprattutto l’acqua dalle orecchie. E poi potreste rendere piacevole questa fase con la qualche coccola a base di crema e talco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail