Attenzione: pericolo di cadere in tentazione. Oggi scopriamo infatti una delle delizie più golose e tentatrici che esistano: la ricetta della frutta martorana o di Martorana, tipica della regione Sicilia, in special modo della città di Palermo, e di antichissima origine araba. Piccole golosità a forma di frutta, fatte di soffice pasta reale o pasta di mandorle, incredibilmente dolci e profumate; preziose, da conservare e dosare con cura, come facevano una volta i nostri nonni. Perchè questa specialità gastronomica della tradizione culinaria siciliana, è una vera opera d’arte della pasticceria più antica e tradizionale.

Questa particolare ricetta nasce per mano delle suore benedettine del convento di Eloisa Martorana di Palermo. Con questa pasta le monache riuscivano a creare dei dolcetti dalle diverse forme e colori, in modo far sembrare questi piccoli dolci dei veri capolavori in miniatura. Non vi dico la magia, quando durante le festività annuali, Natale e Pasqua le vetrine delle migliori pasticcerie si impreziosiscono ad arte delle luci e delle suggestive forme di questi piccoli tesori.

I bambini solitamente impazziscono per queste prelibatezze, anche se è sempre meglio non esagerare (sono ricchissime di zuccheri!) Come possiamo decorare la frutta martorana per Natale per stupire i nostri bimbi? Basta avere tanta fantasia, e gli strumenti giusti. Prima di tutto scegliete gli stampini, dai classici a forma di frutta per i cestini natalizi, potete variare e scegliere per esempio alberelli di Natale, i famosi omini Ginger Bread, tronchetti natalizi, piccoli Babbo Natale o addirittura una composizione con tanto di slitte e renne. Le mamme (o papà!) più disinvolte con l’arte della decorazione pasticcera possono provare a realizzare una scenografia d’effetto: il Presepe in pasta di mandorle. Vediamo però insieme la ricetta base.

Strumenti: coloranti alimentari, stampini della forma preferita, pennellini da pasticcere.

Gli ingredienti

700 g di farina di mandorle
700 g di zucchero semolato
180 g di acqua
mezza bustina di estratto di vaniglia
coloranti alimentari naturali q.b.
gomma arabica alimentare

La preparazione della ricetta

Prima di tutto fate sciogliere lo zucchero in un pentolino con l’acqua, tenendo il fornello a fiamma bassa e mescolando bene. Incorporate la farina di mandorle a pioggia, lentamente e sempre mescolando con una frusta o una spatola, e la mezza bustina di vaniglia.

Quando il composto è ben amalgamato e senza grumi, e si stacca solo dal padellino, togliete il tutto dalla fiamma. Versate su una superficie liscia leggermente inumidita. Lasciate raffreddare e poi cominciate a lavorare l’impasto, fino a farlo diventare liscio ed elastico. Dividete l’impasto in diversi panetti da cui prenderà vita la vostra frutta martorana.

Modellate la pasta con l’aiuto degli stampini della forma desiderata. Lasciate seccare su un vassoio leggermente infarinato per almeno due ore. Passate poi alla fase della decorazione con l’aiuto di un pennellino da pasticceria e dei coloranti naturali. Create tutti gli elementi decorativi, nel caso della frutta, foglie e piccioli; o se volete usare la pasta di mandorle per decorazioni più natalizie a seconda del tema scelto. Fate seccare i colori per almeno due ore e passate alla fase finale passando il tutto con della gomma arabica alimentare. Aspettate a servire almeno una mezza giornata.

Via | ricettedisicilia
Foto | Wim Kristel

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove

Altro su Cronaca Leggi tutto