Costruire il presepe è un’attività divertente per riunire la famiglia, a dicembre, nel periodo precedente al Natale. I bambini si organizzano con scatoloni, carta, materiale di riciclo, colla e forbici, e conividono i lavoretti con mamma, papà e fratellini.

Oggi ho scovato un video che vedete al top del post e vi offre parecchi spunti sull’ infinata quantità di materiali da utilizzare. Potete usare i rotoli della carta igienica per assemblare i personaggi e la sacra famiglia, usare i chicchi di pasta e le scatole dei cereali da colazione per realizzare figure, capanna ed eventuali casette dei pastori.

La carta del pane per realizzare le montagne, e uno specchietto pe realizzare un laghetto nella zona accanto alla capanna. Sassolini raccolti al parco possono servire per irrobustire l’esterno delle costruizioni da incollare con colla forte. La mangiatoia può essere realizzata con una piccola scatolina e dell’ovatta o con una serie di stuzzicadenti incollati tra loro.

E le figure? Il bambino Gesù può essere realizzato con una bottiglina di plastica (va bene anche quella dell’acqua fisiolagica per i lavaggi nasali dei piccoli) rivestita con della stoffina bianca, e una pallina di polistirolo da incollare al top che farà da testa.

Per Maria e Giuseppe potete usare i rotoli di carta igienica e due palline di polistirolo da 3 cm di diametro per la testa. La Madonna avrà bisogno di lana nera o gialla per i capelli. Una stoffina bianca per il copricapo o velo. Naturalmente i piccoli potranno disegnare gli occhi, il naso e la bocca dei componenti della famiglia con un pennarello nero a punta fine.

Per i Re Magi consiglio la stessa procedura. Basta aggiungere e realizzare una coroncina in carta per ognuno, colorata di giallo. E poi ricoprire il corpo di ogni re con stoffa di tinta diversa.

Foto | Pinkandgreenmama

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove

Altro su Cronaca Leggi tutto