Seguici su

Crescita

Le cause del sonnambulismo nei bambini e quali sono le cure

Circa il 25% dei bambini sperimenta qualche disturbo del sonno, tra cui il sonnambulismo. Scopriamo in cosa consiste e come si può intervenire

Il sonnambulismo è un disturbo del sonno definito di “parasonnia“, che nei bambini è più frequente di quanto non si pensi. Circa il 25% dei bimbi, infatti, sperimenta un qualche piccolo problema del sonno, come il somniloquio (parlare mentre si dorme), o gli incubi notturni.

Nell’immaginario collettivo, però, il sonnambulismo è giudicato un problema più serio, pericoloso per l’incolumità di chi ne soffre e persino sintomo di un disagio psichico o neurologico. In realtà, le cose sono molto meno preoccupanti di così.

Infatti soprattutto il sonnambulismo infantile è piuttosto un fenomeno legato alla crescita, che si manifesta più frequentemente nei maschietti tra i 5 e i 12 anni di età e che tende a regredire spontaneamente con lo sviluppo senza lasciare nessun tipo di strascichi. Contrariamente a quanto spesso visto in film o letto nei libri, al sonnambulismo non si associano traumi, se non in casi specifichi in cui, però, questo disturbo del sonno è accompagnato da altri sintomi, perché all’origine sembra esserci un gene predisponente.

Altra possibile causa è che vi sia un piccolo deficit nel meccanismo fisiologico che regola il passaggio dal sonno alla veglia, destinato comunque a risolversi con la crescita. Per questo le mamme e i papà di bimbi sonnambuli non devono preoccuparsi che i loro figli abbiano dei disturbi di carattere neurologico, e men che meno cognitivo. Quali sono i sintomi del sonnambulismo?

Intanto, sfatiamo un “mito”, questo disturbo non insorge nella fase REM del sonno (quella dei sogni), il che significa che il bambino che si alza e compie gesti consueti, come il vestirsi o l’andare in cucina o in bagno, non lo fa mentre sta sognando. Non esiste, perciò, il pericolo che il sonnambulo, nel seguire le azioni di un sogno, si faccia del male.

E’ importante, però, proteggere il bimbo blindando le porte, in particolare la porta d’ingresso, chiudendo i possibili accessi alle scale e bloccando le le finestre. Non c’è nessuna cura specifica per il sonnambulismo, quando vi accorgete che il vostro bambino se è alzato nel sonno dovete solo prenderlo per mano e dolcemente ricondurlo e letto. Si riaddormenterà senza problemi. Evitate, invece, di svegliarlo perché potrebbe subire un piccolo shock.

Foto| via Pinterest

Leggi anche

bambini al doposcuola che svolgono attività creative bambini al doposcuola che svolgono attività creative
Scuola14 ore ago

Coinvolgere i bambini nelle attività artistiche scolastiche

Coinvolgere i bambini nelle attività artistiche scolastiche è fondamentale per il loro sviluppo completo e equilibrato. Coinvolgere i bambini nelle...

Scarpe Converse da ginnastica Scarpe Converse da ginnastica
Accessori3 giorni ago

Colorate o semplici: quali scarpe Converse dovresti scegliere?

Quando si tratta di scarpe iconiche e senza tempo, poche marche possono competere con la longevità e lo stile delle...

bambini insieme che si battono il cinque bambini insieme che si battono il cinque
Scuola4 giorni ago

Insegnare l’importanza del rispetto a scuola

Insegnare l’importanza del rispetto a scuola è fondamentale per la formazione di individui consapevoli e responsabili. L’educazione è un aspetto...

bambine e bambini ad una festa bambine e bambini ad una festa
Scuola7 giorni ago

Feste scolastiche: idee e consigli per i genitori

Scopriamo insieme qualche consiglio per aiutare i genitori ad organizzare feste scolastiche divertenti e sicure. Le feste scolastiche sono eventi...

bambino triste con le mani sul volto bambino triste con le mani sul volto
Scuola1 settimana ago

Insegnare ai bambini a gestire lo stress

Scopriamo qualche consiglio utile per insegnare ai bambini a gestire lo stress. Insegnare ai bambini a gestire lo stress è...

famiglia mamma e papa abbraccio neonato famiglia mamma e papa abbraccio neonato
Salute e benessere1 settimana ago

Pelle screpolata nei neonati: 5 consigli utili

Come tutti i neogenitori sanno, la pelle dei neonati e dei bambini piccoli è molto delicata ed è più soggetta,...

simbolo maschio e femmina, concetto di educazione sessuale simbolo maschio e femmina, concetto di educazione sessuale
Scuola2 settimane ago

Educazione sessuale a scuola: come affrontare l’argomento

Ecco qualche consiglio per affrontare il tema dell’educazione sessuale a scuola. L’educazione sessuale a scuola è un tema molto dibattuto...

gioco didattico per bambini gioco didattico per bambini
Scuola2 settimane ago

L’importanza del gioco nel processo di apprendimento

Esploriamo quali sono i vantaggi che il gioco ha sull’apprendimento e lo sviluppo dei bambini. Il gioco è una delle...

cyberbullismo, ragazza con lo smartphone cyberbullismo, ragazza con lo smartphone
Sicurezza bambini2 settimane ago

Proteggere i bambini da cyberbullismo, truffe e molestie online: strumenti e consigli

Navigare in Internet può essere un’avventura emozionante per i nostri figli, piena di opportunità di apprendimento e di occasioni di...

mamma figlia turiste vacanze mare mamma figlia turiste vacanze mare
Scuola3 settimane ago

Consigli per le vacanze estive: mantenere attivo l’apprendimento

Le vacanze estive non dovrebbero essere un periodo di totale inattività. Ecco qualche consiglio per mantenere attivo l’apprendimento. Le vacanze...

bambina che impara a gestire i soldi bambina che impara a gestire i soldi
Scuola3 settimane ago

Insegnare il valore del denaro attraverso la routine scolastica

Insegnare il valore del denaro attraverso la routine scolastica per preparare gli studenti alle sfide economiche della vita adulta. L’educazione...

papà legge libro al figlio papà legge libro al figlio
Salute e benessere3 settimane ago

Shampoo anticaduta per capelli che si spezzano: quale scegliere?

Quando i capelli si indeboliscono, è frequente che si spezzino e cadano o rimangano impigliati nella spazzola, quando li pettiniamo. ...