Bambini malati di cancro: nuovo test genetico apre la strada alle terapie personalizzate

Bambini malati di cancro: il programma Zero Childhood Cancer per individuare le terapie personalizzate più efficaci

Si chiama Zero Childhood Cancer, e si tratta di un programma volto a individuare i trattamenti più adatti per combattere i tumori infantili. A promuovere e guidare il progetto è Glenn Marshall, ricercatore del Centro dei tumori infantili dell’Ospedale pediatrico di Randwick a Sydney. L’esperto ha condotto uno studio su un campione di 56 bambini affetti da tumori infantili.

Grazie a dei test approfonditi, i medici australiani sono stati in grado di individuare la composizione esatta di ciascun tipo di cancro, e di formulare dei trattamenti specifici per migliorare le possibilità di sopravvivenza dei piccoli pazienti.

L’obiettivo del programma Zero Childhood Cancer è proprio quello di applicare dei test genomici avanzati per identificare eventuali trattamenti più specifici ed efficaci per i bambini malati di cancro. Lo studio è apparso sulla rivista Molecular Medicine. Per eseguirlo, gli autori hanno estratto delle cellule cancerose dai tumori dei bambini che hanno partecipato al programma. Quindi, le hanno coltivate in laboratorio e le hanno testate per 100 diversi tipi di farmaci.

Terapie personalizzate per i bambini malati di cancro

Grazie a queste analisi, è stato possibile individuare nuovi trattamenti farmacologici più personalizzati per il 70% dei pazienti. Per il 56% sono state invece identificate diverse opzioni terapeutiche più adatte, sulla base delle analisi genetiche del paziente.

A spiegarlo è stato lo stesso Dottor Marshall:

Il cancro ha un’abilità infinita di mutare e di superare le barriere alla sua crescita, che si presentano quando il paziente riceve un trattamento di chemioterapia convenzionale. Dopo aver selezionato un piccolo gruppo di una dozzina di pazienti di età fino a 14 anni, che avevano una mutazione genetica, abbiamo potuto testare se il trattamento era efficace contro quelle specifiche cellule cancerose, oppure suggerire altri trattamenti personalizzati.

Grazie al programma Zero Childhood Cancer, l’Australia ha fatto dei grandi passi in avanti nel trattamento dei tumori infantili. Gli autori fanno sapere che presto il progetto sarà esteso a tutti i giovani con diagnosi di cancro.

via | The Australian