Come aumentare la vitamina D nei bambini?

La vitamina D nei bambini è importante per promuovere numerosi funzioni vitali: scopri come evitare una carenza in modo semplice ed efficace

La vitamina D è nota come la vitamina del sole, ed è indispensabile per lo svolgimento di numerose funzioni del nostro organismo. Purtroppo il nostro stile di vita sempre più sedentario e il maggior tempo trascorso di fronte al computer o, più in generale, negli ambienti chiusi, fa si che i nostri livelli di vitamina D siano spessp insufficienti, e ciò non riguarda solamente noi adulti, ma anche i bambini.

Una carenza di vitamina D nei bambini può esporli a un maggior rischio di sviluppare delle malattie croniche o di soffrire di problemi alle ossa, a cominciare da una maggiore fragilità e da un conseguente maggiore rischio di fratture. Ma come fare ad aumentare la vitamina D nei bambini?

In questo articolo vedremo quali sono le tre strategie efficaci per affrontare un’eventuale carenza vitaminica, e scopriremo come aumentare i livelli della vitamina del sole senza dover fare ricorso a integratori.

Vitamina D nei bambini: perché è così importante

Abbiamo già accennato che la vitamina D è fondamentale per il sostegno di svariate funzioni del nostro organismo. Un buon apporto di questa vitamina migliora l’assorbimento del calcio e del fosforo, permette di avere migliori difese immunitarie e protegge la salute dei denti, oltre che delle ossa.

Probabilmente ti starai chiedendo come capire se si ha una carenza di vitamina D. Riuscire a riconoscere una simile condizione è molto semplice. Infatti, sarà sufficiente eseguire un esame del sangue per individuare l’eventuale insufficienza e correre ai ripari.

Come aumentare la vitamina del sole?

Nei bambini appena nati, i medici consigliano di somministrare un integratore di vitamina D fino ai primi 12 mesi di vita (con un dosaggio di 400 U.I. al giorno). Superato il primo anno di età, la sola alimentazione e l’esposizione alla luce del sole dovrebbero essere più che sufficienti per raggiungere il giusto livello di questa vitamina.

In alcuni casi particolari (ad esempio nei bambini con patologie croniche) potrebbe essere indicata una ulteriore supplementazione.

In generale, in assenza di patologie, seguire una dieta sana e condurre un sano stile di vita rappresentano però le strategie più efficaci per ottenere i giusti livelli di vitamina D.

Cibi con più vitamina D

In particolar modo, il pediatra potrebbe consigliare l’assunzione di alimenti come:

  • Salmone
  • Tonno
  • Latte
  • Yogurt (anche fortificati)
  • Cereali per colazione fortificati
  • Uova.

Anche l’esposizione ai raggi solari sarà di primaria importanza. Gli esperti consigliano di esporsi alla luce del sole per almeno 15/20 minuti al giorno per raggiungere i livelli ottimali. Se temi che tuo figlio possa avere una carenza di vitamina D, parlane con il suo pediatra in modo da riconoscere il problema e risolverlo in modo efficace.