Come copiare durante la DAD secondo gli studenti italiani

Come copiare durante la DAD? Ecco quali stratagemmi hanno messo in atto gli studenti durante le interrogazioni on line

Come copiare ai tempi della DAD? A porsi questa domanda sono stati moltissimi studenti, a partire dalle scuole elementari e arrivando fino alle superiori e all’Università. La scuola in DAD è al centro di polemiche sin dal primo istante in cui è stata “inaugurata”. Purtroppo si tratta di una necessità, un metodo per ridurre il rischio di contagio nelle scuole, dove la possibilità di entrare in contatto con persone positive al Covid è sempre molto elevata.

Per non far perdere giorni di scuola agli studenti, si è dunque optato per la cosiddetta Didattica a Distanza. Le lezioni on line hanno caratterizzato buona parte del 2020 per studenti e professori, e un anno di rodaggio ha dato modo, su entrambi i fronti, di affilare le armi, e di mettere in atto delle strategie per copiare (per quanto riguarda gli alunni) e per non farsi ingannare (per quanto riguarda il fronte insegnanti).

Da che mondo è mondo, gli studenti cercano sempre di copiare durante i test e di imbrogliare durante le interrogazioni. Purtroppo fra i compiti del professore vi è anche quello di non farsi ingannare.

Come copiare durante la DAD? Ve lo spiegano gli studenti

Ma come copiare durante la DAD? Quali trucchi hanno messo in atto gli alunni?

Innanzitutto, si sono rivolti a internet. Domande come “come copiare durante un’interrogazione in DAD?”, “come copiare all’interrogazione online”, e anche “come copiare in DAD con il telefono?” sono fra le più cercate su Google.

Fra i trucchi per copiare, gli alunni hanno optato per quello di fingere connessioni internet intermittenti, attaccare bigliettini sullo schermo del computer, nascondere lo smartphone sotto la scrivania, utilizzare gli auricolari per ricevere suggerimenti in tempo reale, fotografare il libro e aprire l’immagine sullo schermo del computer, per leggere indisturbati durante l’esame o l’interrogazione.

Insomma, molti studenti italiani (non tutti naturalmente) hanno dimostrato che anche in DAD la voglia di copiare non manca. Come sempre, se i furbetti impiegassero le stesse energie anche nello studio, di certo non avrebbero bisogno di mettere in pratica simili trucchetti.

via | Corriere
Foto di Steven Weirather da Pixabay