Come fare a scegliere il nome del bambino? 5 fattori che da considerare

Come scegliere il nome del bambino senza rischiare di pentirsi? Scopri quali sono le 5 cose che dovresti considerare per non rischiare di sbagliare

Scegliere il nome per il proprio bambino è probabilmente una delle cose più impegnative ed emozionanti che potresti fare. A meno che tu non abbia in mente un nome ben preciso sin da quando eri molto giovane (e anche in quel caso potresti ritrovarti a non voler dare più quel determinato nome al tuo bambino o alla tua bambina), la scelta del nome può essere un tantino stressante.

Non a caso esistono libri, interi siti web, meme e pagine on line dedicate a questo argomento. Una delle frasi più buffe (ma anche più “vere”) in merito alla scelta del nome per il figlio o per la figlia è quella che sottolinea come, proprio in questa delicata fase, ci rendiamo conto di quante persone ci stiano in realtà antipatiche.

Insomma, non vorresti mai che tua figlia si chiamasse come la tua ex migliore amica che ti ha fatta soffrire, giusto?

Per facilitare a te e alla tua metà questo arduo compito, abbiamo deciso di stilare una piccola lista di consigli da tenere a mente, per scegliere il nome per tuo figlio con la certezza (o quasi) di non commettere un errore!

5 regole per scegliere il nome del bambino

  1. Evita le tendenze del momento: c’è chi ha scelto di chiamare la figlia con nomi come “Renesme” (come il personaggio della saga di Twilight) o “Anastasia” (ispirandosi alla protagonista del film “50 Sfumature di Grigio”). Non c’è nulla di male in questo, ma fallo solo se sei assolutamente certa che fra 10 anni non ti pentirai di questa decisione. E soprattutto, tieni in considerazione l’opinione che avrà la tua bambina. In generale, è meglio evitare i nomi “del momento”, ma naturalmente sta a te decidere.
  2. Cerca il significato del nome che vorresti scegliere: probabilmente scoprirai che quel nome ha un significato meraviglioso, e sarete ancor più convinti di voler chiamare così la vostra bambina o il vostro bambino.
  3. Considera tutti i possibili vezzeggiativi e soprannomi derivati da quel nome
  4. Scegli dei nomi semplici da pronunciare: molte persone optano per nomi stranieri per poi storpiarli con una pronuncia errata. Scegli sempre dei nomi che siano semplici da pronunciare correttamente
  5. Non aver paura di cambiare una tradizione: chiamare il figlio con il nome del nonno può essere un segno di affetto verso le persone più anziane della famiglia, ma valuta sempre caso per caso, e non avere paura – se lo ritieni opportuno – di rompere con la tradizione e di scegliere un nome al passo con i tempi.

A questo punto non ti rimane che stilare la lista dei nomi che più ti piacciono e scegliere insieme alla tua metà quello perfetto per il bambino che sta per arrivare.