Come fare decluttering nella cameretta dei tuoi figli

I consigli per fare un decluttering nella cameretta dei bambini: scopri come riordinare questa stanza senza stress e in poco tempo

La parola decluttering si sta sempre più diffondendo anche in Italia. Se ancora non la conoscessi, questa parola inglese vuol dire semplicemente “rimettere in ordine”. Un concetto tanto semplice quando potente e benefico, specialmente se mentre fare un bel decluttering della casa elimini anche le cose superflue, quelle che non utilizzi e che rimangono spesso lì sui mobili per anni ed anni, ad accumulare polvere e ad ingombrare la tua casa.

Se sei già una fan del riordino in chiave minimal e funzionale, saprai che questo genere di attività può regalarti ambienti più spaziosi e armonici in tutta la casa. Si, proprio tutta la casa, compresa la stanza dei bambini.

Probabilmente la cameretta è uno degli ambienti domestici che più ti stressano e spaventano allo stesso tempo. Giocattoli gettati sul pavimento, scarpe in giro per la stanza, coperte e indumenti nascosti negli armadietti più impensati. Disordine, tanto disordine. Questo scenario non ti suona per nulla nuovo? Allora c’è davvero bisogno di un bel decluttering nella cameretta dei tuoi bambini.

Ma in che modo ordinare e organizzare questa stanza senza incorrere nei capricci dei più piccoli? In questo articolo vogliamo fornirti qualche utile consiglio per mettere in ordine la cameretta senza stress. Ecco quindi i suggerimenti che potrebbero semplificarti la vita!

Decluttering nella cameretta dei bambini: i consigli antistress

  1. Coinvolgi tuo figlio: non aspettare che il bambino sia fuori casa per fare il decluttering. Piuttosto coinvolgilo, permettigli di farti sapere quali giocattoli possono trovare “una nuova casa” e a quali invece non vuole assolutamente rinunciare. Considera sempre il punto di vista del bambino, fagli capire che riconosci e tieni in considerazione i suoi sentimenti e i suoi desideri, e che siete dalla stessa parte. Insieme renderete la cameretta ancora più bella e divertente!
  2. Scegli le parole giuste: senza pensarci troppo potresti pronunciare frasi come: “Questo giocattolo x lo mettiamo via”, oppure “Che ne dici di buttare questa lavagna?”. I bambini sono affezionati ai loro oggetti, e non amano di certo pensare che i giocattoli finiranno nella spazzatura. In primo luogo, la scelta più saggia e generosa è quella di donare ciò che il bambino non usa più a qualcuno che ne ha bisogno. Detto ciò, sarebbe meglio utilizzare frasi come: “Troviamo una nuova casa a questo giocattolo?”, in modo da creare un’atmosfera positiva.
  3. Rendi le pulizie un gioco: se il tuo piccolo fa i capricci o si mostra seccato o annoiato, prova a rendere il decluttering un momento di gioco. Ad esempio, proponi a tuo figlio di cercare 10 oggetti che hanno bisogno di una nuova casa entro la fine della giornata.
  4. Cestini e bidoni: per non trovare i giocattoli sparsi sul pavimento, investi qualche euro in un paio di cestini con coperchio e bidoni semplici e funzionali, dove tuo figlio potrà riporre i vari oggetti dopo averli utilizzati.
  5. Dai il buon esempio: te lo aspettavi, non è vero? Anche questa volta è l’esempio di mamma e papà a giocare un ruolo fondamentale. Se lasci oggetti, chiavi, accessori, vestiti e quant’altro in giro per casa, con buone probabilità tuo figlio imiterà il tuo comportamento, quindi cerca di fare attenzione.

Sei pronta per fare un bel decluttering nella cameretta dei tuoi bambini?

Foto da Pixabay