Come favorire lo spannolinamento? 6 consigli per dire addio al pannolino

Come togliere il pannolino senza traumi? Dai un’occhiata ai consigli delle mamme per lo spannolinamento

Quello dello spannolinamento è un momento molto importante, quasi solenne, nella vita di un bambino. I nostri piccoli sono abituati al pannolino; è un loro “compagno di viaggio” (se così possiamo definirlo) sin dal momento della loro nascita, per cui riuscire a disabituarsi al pannolino non deve essere semplicissimo per un bambino. Nonostante ciò, sappiamo che si tratta di una sfida da affrontare e da superare, magari con un aiutino da parte della mamma e del papà.

Ma come convincere un bambino a fare la pipì nel vasino e ad abbandonare il pannolino? Insomma, come favorire lo spannolinamento?

In questo articolo vedremo quali sono i consigli efficaci per aiutare un bambino a non usare più il pannolino. Prova a metterli in pratica, e vedrai che lo spannolinamento sarà molto più semplice di quanto pensi!

Quanto tempo ci vuole per lo spannolinamento?

Partiamo da un presupposto: nessun bambino è uguale a un altro. Per alcuni il distacco dal pannolino potrebbe essere più semplice, mentre altri dovranno impegnarsi un tantino di più e per più tempo.

Ciò che conta è non fidarsi ciecamente di chi promette miracoli grazie a tecniche che permetterebbero (il condizionale è d’obbligo) di togliere il pannolino in 3 giorni.

Magari ci vorrà un po’ di tempo in più (magari anche 3 o 4 settimane), ma anche il tuo bambino riuscirà a raggiungere questo piccolo grande obiettivo.

6 consigli per togliere il pannolino al bambino

E veniamo ai consigli utili per rendere più semplice lo spannolinamento. Prima di iniziare, un piccolo suggerimento: da genitore tu, più di chiunque altro, conosci il tuo bambino e riesci a captare i segnali che lancia e a individuare i suoi scatti di crescita.

Facendo attenzione, capirai quando sarà il momento di togliere il pannolino. Generalmente ciò accade nel periodo che va dai 18 ai 36 mesi, ma – come abbiamo detto – ogni bambino è un mondo a se stante, quindi non farti influenzare eccessivamente da ciò che leggi on line o dai racconti degli altri genitori.

Detto ciò, vediamo come favorire questo percorso:

  1. Osserva i segnali che lancia il tuo bambino: si mostra curioso verso gli adulti che usano il Wc? Ti fa trovare il pannolino asciutto? Mostra di voler diventare “più grande” e di voler andare in bagno come i grandi? Osserva tutti questi segnali per capire se è ora di passare al vasino!
  2. Imposta una routine: ne abbiamo parlato molte volte, la routine è importante per i bambini, anche quando si parla di spannolinamento. Se stabilisci che è giunto il momento di togliere il pannolino, non tornare indietro, non confondere il bambino facendogli indossare le mutandine a casa, il panno per andare all’asilo o dai nonni, e la mutandina rinforzata per giocare al parco. Mantieni una certa coerenza e stabilisci una routine.
  3. Vasino sempre a portata di mano: il vasino deve essere sempre a portata di mano per il bambino, in modo che possa usarlo quando ne ha bisogno.
  4. Mutandine trainer: si tratta di mutandine assorbenti simili a dei pannolini, ma molto più semplici da alzare e abbassare, in modo che il bambino sia protetto ma allo stesso tempo libero di usare il vasino.
  5. Elogiare il bambino: ricordati di gratificare e di elogiare il tuo bambino per ogni piccolo traguardo raggiunto. Per lui, si tratta di un momento davvero importante, che va quindi celebrato.
  6. Racconta una storia o una filastrocca a tema “spannolinamento”: esistono molti libri dedicati all’argomento (talmente tanti che potresti rimanere sorpresa). Scegli quelli che ti sembrano più adatti e leggili insieme al tuo bambino!

Conosci altre strategie per togliere il pannolino senza traumi? Se si, condividili insieme a noi!