Seguici su

Istruzione

Come spiegare l’apostrofo ai bambini con poche e semplici regole

maestra studenti classe compito correzione

Come spiegare l’apostrofo ai bambini? Vediamo le regole principali e più semplici da insegnare anche ai piccoli.

L’apostrofo è una specie di amico incompreso, non soltanto per i bambini ma anche per i grandi. E’ per questo che è bene aver chiaro il suo ruolo fin dagli anni della prima scolarizzazione. Vediamo come spiegare ai bimbi le regole principali di questa virgola ‘volante’.

Come spiegare l’apostrofo ai bambini?

Con l’avvento dei social, l’uso scorretto dell’apostrofo è sotto agli occhi di tutti. Considerando che spesso sono i grandi a sbagliare, è chiaro quanto sia importante spiegare il suo utilizzo ai bambini. Con i più piccoli si può iniziare partendo da una filastrocca a tema di Gianni Rodari, per poi passare alla spiegazione vera e propria. Innanzitutto, è bene dire loro che l’apostrofo indica sempre una lettera che non c’è più e che, di conseguenza, viene sostituita da una specie di virgola volante.

A questo punto, pronunciate diverse parole e scrivetele alla lavagna sia nel modo corretto che in quello sbagliato: una ape/un’ape, una amica/un’amica, lo oro/l’oro, nello albero/nell’albero. Chiedete ai bambini di leggere ad alta voce e di ascoltare bene ciò che esce dalla loro bocca. Qual è il suono migliore? Una ape o un’ape? Una amica o un’amica? Lo oro o l’oro? Nello albero e nell’albero? I bimbi capiranno subito il ruolo dell’apostrofo.

Ecco un video sull’apostrofo da far vedere ai bambini:

Apostrofo: le regole da insegnare ai bambini

Compreso il ruolo dell’apostrofo, bisogna spiegare ai bambini quando si mette l’apostrofo e quando, invece, non va messo. Innanzitutto, si deve usare quando l’articolo indeterminativo una è seguito da un nome o un aggettivo femminile che inizia con una vocale, quindi: una ape diventa un’ape, una oca diventa un’oca e via dicendo. Con le parole maschili, invece, non succede: uno elefante diventa un elefante ma non si utilizza l’apostrofo.

Anche gli articoli determinativi singolari lo e la, seguite da un nome o da un aggettivo che inizia per vocale, chiedono l’aiuto dell’apostrofo: lo oro diventa l’oro. Stessa regola per le preposizioni articolate seguite da nome o da aggettivo che inizia per vocale: nello albero diventa nell’albero. Idem con ci davanti alle voci del verbo essere che iniziano con e – ci è diventa c’è, ci erano diventa c’erano – e quando si ha un troncamento (un poco di pazienza diventa un po’ di pazienza).

Leggi anche

donna che sorride donna che sorride
Scuola6 ore ago

Gestire la routine mattutina: consigli per partire bene

Gestire la routine mattutina in modo efficace può fare la differenza nella qualità della giornata. La routine mattutina è un...

mamma e figlia mamma e figlia
Scuola2 giorni ago

Come affrontare l’ansia da separazione all’asilo

Ecco qualche strategia per affrontare l’ansia da separazione all’asilo. L’ansia da separazione è un problema comune che molti bambini affrontano...

mamma e figlia mamma e figlia
Scuola5 giorni ago

Prepararsi al primo giorno di scuola: una guida per le mamme

Il primo giorno di scuola è un momento emozionante e significativo nella vita di un bambino. Ecco come prepararsi! È...

mamma bambina libro mamma bambina libro
Scuola1 settimana ago

Incoraggiare la lettura a casa: consigli per i genitori

Leggere a casa può aiutare i bambini a sviluppare competenze linguistiche, cognitive e sociali. La lettura è un’attività fondamentale per...

mensa scolastica mensa scolastica
Scuola1 settimana ago

Intolleranze alimentari e mensa scolastica: una guida

Le intolleranze alimentari sono diventate sempre più comuni negli ultimi anni, ecco come affrontarle. Le intolleranze alimentari possono essere particolarmente...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola2 settimane ago

Il ruolo dei genitori nei compiti a casa: trovare un equilibrio

I compiti a casa sono una parte essenziale di ogni studente, ecco come trovare un equilibrio con i genitori. Svolgendo...

Studenti Studenti
Scuola2 settimane ago

Scegliere l’abbigliamento scolastico: comodità e stile

Scegliere l’abbigliamento scolastico giusto è una questione di equilibrio tra comodità e stile. L’abbigliamento scolastico è un aspetto importante della...

bullismo bullismo
Scuola2 settimane ago

Affrontare il bullismo a scuola: consigli per i genitori

In questo articolo, esploreremo alcuni consigli pratici per i genitori che desiderano affrontare il bullismo. Il bullismo è un problema...

bambino fa merenda bambino fa merenda
Scuola3 settimane ago

La merenda perfetta per la scuola: idee sane e gustose

La merenda perfetta per la scuola dovrebbe essere sana, gustosa e nutriente. Ecco qualche idea! La merenda è un momento...

Bambina a scuola Bambina a scuola
Scuola3 settimane ago

Navigare nella scelta della prima scuola: consigli per i genitori

La scelta della prima scuola per il proprio figlio è un processo importante, ecco qualche consiglio. La scelta della prima...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola3 settimane ago

La comunicazione efficace tra genitori e scuola

In questo articolo, esploreremo l’importanza della comunicazione tra genitori e scuola e forniremo suggerimenti su come migliorarla. La comunicazione efficace...

Ragazza che studia al computer Ragazza che studia al computer
Scuola4 settimane ago

Organizzare lo studio a casa: tecniche e consigli

Organizzare lo studio a casa richiede pianificazione e adozione di tecniche efficaci. Ecco qualche consiglio! Organizzare lo studio a casa...