Seguici su

Istruzione

Come spiegare l’apostrofo ai bambini con poche e semplici regole

maestra studenti classe compito correzione

Come spiegare l’apostrofo ai bambini? Vediamo le regole principali e più semplici da insegnare anche ai piccoli.

L’apostrofo è una specie di amico incompreso, non soltanto per i bambini ma anche per i grandi. E’ per questo che è bene aver chiaro il suo ruolo fin dagli anni della prima scolarizzazione. Vediamo come spiegare ai bimbi le regole principali di questa virgola ‘volante’.

Come spiegare l’apostrofo ai bambini?

Con l’avvento dei social, l’uso scorretto dell’apostrofo è sotto agli occhi di tutti. Considerando che spesso sono i grandi a sbagliare, è chiaro quanto sia importante spiegare il suo utilizzo ai bambini. Con i più piccoli si può iniziare partendo da una filastrocca a tema di Gianni Rodari, per poi passare alla spiegazione vera e propria. Innanzitutto, è bene dire loro che l’apostrofo indica sempre una lettera che non c’è più e che, di conseguenza, viene sostituita da una specie di virgola volante.

A questo punto, pronunciate diverse parole e scrivetele alla lavagna sia nel modo corretto che in quello sbagliato: una ape/un’ape, una amica/un’amica, lo oro/l’oro, nello albero/nell’albero. Chiedete ai bambini di leggere ad alta voce e di ascoltare bene ciò che esce dalla loro bocca. Qual è il suono migliore? Una ape o un’ape? Una amica o un’amica? Lo oro o l’oro? Nello albero e nell’albero? I bimbi capiranno subito il ruolo dell’apostrofo.

Ecco un video sull’apostrofo da far vedere ai bambini:

Apostrofo: le regole da insegnare ai bambini

Compreso il ruolo dell’apostrofo, bisogna spiegare ai bambini quando si mette l’apostrofo e quando, invece, non va messo. Innanzitutto, si deve usare quando l’articolo indeterminativo una è seguito da un nome o un aggettivo femminile che inizia con una vocale, quindi: una ape diventa un’ape, una oca diventa un’oca e via dicendo. Con le parole maschili, invece, non succede: uno elefante diventa un elefante ma non si utilizza l’apostrofo.

Anche gli articoli determinativi singolari lo e la, seguite da un nome o da un aggettivo che inizia per vocale, chiedono l’aiuto dell’apostrofo: lo oro diventa l’oro. Stessa regola per le preposizioni articolate seguite da nome o da aggettivo che inizia per vocale: nello albero diventa nell’albero. Idem con ci davanti alle voci del verbo essere che iniziano con e – ci è diventa c’è, ci erano diventa c’erano – e quando si ha un troncamento (un poco di pazienza diventa un po’ di pazienza).

Leggi anche

bambini che giocano a calcio bambini che giocano a calcio
Scuola2 giorni ago

La gestione dell’orario extra scolastico: attività e riposo

In questo articolo, esploreremo l’importanza di una gestione equilibrata dell’orario extra scolastico. La gestione dell’orario extra scolastico è un aspetto...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola5 giorni ago

Strategie per affrontare la scuola a casa: homeschooling

In questo articolo, esploreremo alcune strategie per affrontare al meglio questa sfida. Negli ultimi anni, l’istruzione a domicilio, conosciuta anche...

bambini a scuola che litigano bambini a scuola che litigano
Scuola7 giorni ago

Strategie per gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola

Gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola può essere una sfida per molti genitori. Ecco qualche consiglio. I conflitti tra...

bambini, squadra bambini, squadra
Scuola1 settimana ago

Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra

In questo articolo esploreremo l’importanza del gioco di squadra. Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra è un aspetto...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola2 settimane ago

Preparazione per i colloqui scolastici: consigli per i bambini

La preparazione per i colloqui scolastici è un processo importante per i bambini. Ecco qualche consiglio. I colloqui scolastici sono...

ragazza legge un libro ragazza legge un libro
Scuola2 settimane ago

Consigli per mantenere l’equilibrio tra scuola e hobby

Ecco qualche consiglio per mantenere un equilibrio sano tra scuola e hobby. Mantenere un equilibrio tra scuola e hobby può...

alunni e professore realizzano un progetto pratico alunni e professore realizzano un progetto pratico
Scuola2 settimane ago

Il valore dell’apprendimento pratico: progetti e attività

In questo articolo esploreremo il valore dell’apprendimento pratico, alcuni esempi e le sfide da affrontare. L’apprendimento pratico è un’importante componente...

mani che tengono la Terra mani che tengono la Terra
Scuola3 settimane ago

Integrare l’educazione ambientale nella vita quotidiana

In questo articolo, esploreremo diverse strategie per incorporare l’educazione ambientale nella nostra routine quotidiana. L’educazione ambientale è diventata sempre più...

bambino che disegna bambino che disegna
Scuola3 settimane ago

Strategie per incoraggiare la creatività nei bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie efficaci per stimolare la creatività nei bambini. La creatività è una delle abilità più...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola3 settimane ago

Prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini

In questo articolo esploreremo alcune strategie per prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini. L’esaurimento scolastico è un problema che affligge molti...

mamma abbraccia figlia adolescente mamma abbraccia figlia adolescente
Scuola4 settimane ago

Prepararsi per le gare scolastiche: incoraggiare i bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie che possono aiutare i genitori a sostenere i propri figli nel processo di preparazione...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola4 settimane ago

La matematica a casa: rendere divertente l’apprendimento

Ecco qualche consiglio per rendere la matematica divertente e coinvolgente anche a casa. La matematica è spesso considerata una materia...