Come spiegare la pena di morte ai bambini

Spiegare un argomento tanto delicato e brutale come la pena di morte ai bambini non è facile: ti forniamo qualche suggerimento utile dal quale iniziare.

Oggi, 10 ottobre, si celebra la Giornata mondiale contro la pena di morte: come spiegarla ai bambini in modo semplice ma, soprattutto appropriato alla loro sensibilità? Si tratta di un argomento non certo facile da affrontare con dei bimbi piccoli, ma può accadere che, prima o poi, magari sentendone parlare in tv, si incuriosiscano.

Parlare di morte con i bambini non è mai semplice, ancora di più quando questa è provocata dalla brutalità dell’uomo ed in un modo tanto efferato. Vediamo di darti qualche consiglio in merito.

Pena di morte, come spiegarla ai più piccoli

La pena di morte, chiamata anche pena capitale, avviene quando un governo (o uno stato) giustizia (ovvero uccide) qualcuno perché ha commesso un reato grave. Si tratta di una pratica ingiusta, ed in parecchi Paesi del mondo, difatti, le esecuzioni sono diventate sempre più rare. La pena di morte è un argomento piuttosto controverso.

Chi sostiene la pena capitale crede che coloro che commettono un omicidio abbiano perso il proprio diritto alla vita perché l’hanno tolta ad un altro. Chi, invece, si oppone, ritiene che la pena capitale sia controproducente nel suo messaggio, in quanto mette in atto lo stesso comportamento che la legge cerca di reprimere.

Nella maggior parte dei paesi che prevedono la pena di morte, questa punisce gli assassini ed i reati gravi come il terrorismo. Altri paesi, specialmente quelli con governi autoritari, viene utilizzata per avvenimenti molto meno gravi, come ad esempio, furto e droga.

Origine della pena di morte

La pena capitale per omicidio, tradimento, incendio doloso e stupro era ampiamente diffusa nell’antica Grecia. Anche il popolo romano la usava per una vasta gamma di reati. Durante l’Illuminismo, alla fine del XVIII secolo, iniziò un movimento per limitarne la portata. Nonostante il movimento verso l’abolizione, molti paesi hanno mantenuto la pena capitale e, alcuni di essi, ne hanno persino o ampliato la portata.

In quali paesi è in vigore la pena di morte

In un terzo dei paesi del mondo esistono delle leggi che la consentono. Tra questi ci sono la Cina, la Bielorussia, l’India, il Giappone, la Corea del Nord, l’Iran e alcuni stati degli Stati Uniti d’America. Alcuni tra i paesi nei quali la pena di morte è stata abolita sono invece Canada, Australia, Messico e tutti i membri del Consiglio d’Europa.

Foto di anvel da Pixabay