Seguici su

Cronaca

Congedo parentale retribuito 2023: in cosa consiste e quanto spetta

famiglia mamma e papa abbraccio neonato

In cosa consiste il congedo parentale retribuito 2023? L’attuale legge di bilancio ha introdotto una novità importante in materia.

Cosa c’è di nuovo in materia di congedo parentale retribuito 2023? L’attuale Legge di Bilancio ha introdotto un’importante novità, che consente ai lavoratori dipendenti di usufruire di un’indennità elevata dal 30% all’80% della retribuzione.

Congedo parentale retribuito 2023: in cosa consiste e quanto spetta

Il congedo parentale retribuito 2023, stabilito dalla Legge di Bilancio dello stesso anno, ha introdotto un ulteriore sostegno alle famiglie. L’intento, ovviamente, è favorire un equilibrio migliore tra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza. Innanzitutto, l’articolo 1, al comma 359 della norma ha disposto l’elevazione della retribuzione dal 30% all’80% per la durata massima di un mese di congedo, fino ai sei anni di vita del bambino. Questo consente al genitore dipendente di migliorare il reddito, pur astenendosi dall’attività lavorativa per accudire il figlio oltre il periodo di congedo obbligatorio.

Stando alla Circolare n. 4, pubblicata il 16 gennaio 2023, l’Inps riconosce un mese di congedo parentale con indennità elevata dal 30% all’80% della retribuzione ai lavoratori dipendenti, fruibile in alternativa tra la mamma e il papà. E’ bene sottolineare che questa modalità non è riconosciuta ai lavoratori che hanno terminato il periodo di congedo, che sia di maternità o di paternità, il 31 dicembre 2022.

famiglia che dorme

Congedo parentale 2023: quali sono i tempi di fruizione?

Il congedo parentale 2023 si può utilizzare fino al sesto anno di vita del bambino, oppure, in caso di adozione o affidamento, entro il sesto anno dall’ingresso in famiglia del minore. I genitori, quindi, hanno la possibilità di ricorrere ad un mese di astensione facoltativa con un’indennità retributiva più ampia rispetto al passato.

E’ bene sottolineare che il congedo parentale spetta al genitore che ne fa richiesta, anche qualora l’altro genitore non ne abbia diritto. Se il rapporto di lavoro termina all’inizio o durante il periodo di congedo, lo stesso diritto viene meno dalla data di interruzione del lavoro. In sostanza, i genitori hanno diritto ad undici mesi totali – 6 mesi per la madre e 7 mesi per il padre – nel rispetto dei limiti individuali.

Leggi anche

bambino che sorride bambino che sorride
Scuola1 giorno ago

Il ruolo della musica nell’educazione dei bambini

Qual è il ruolo che la musica svolge nell’educazione dei bambini? Scopriamolo insieme. La musica ha un ruolo fondamentale nell’educazione...

Ragazza che pianifica la sua alimentazione Ragazza che pianifica la sua alimentazione
Scuola3 giorni ago

Alimentazione e apprendimento: consigli per una dieta equilibrata

Una dieta equilibrata è fondamentale per il nostro benessere generale e per la nostra capacità di apprendimento. L’alimentazione svolge un...

bambina con le mani insaponate bambina con le mani insaponate
Scuola4 giorni ago

Igiene e salute a scuola: insegnare le buone abitudini

L’igiene e la salute sono aspetti importanti, soprattutto per i bambini a scuola. L’igiene e la salute sono due aspetti...

donna che sorride donna che sorride
Scuola1 settimana ago

Gestire la routine mattutina: consigli per partire bene

Gestire la routine mattutina in modo efficace può fare la differenza nella qualità della giornata. La routine mattutina è un...

mamma e figlia mamma e figlia
Scuola1 settimana ago

Come affrontare l’ansia da separazione all’asilo

Ecco qualche strategia per affrontare l’ansia da separazione all’asilo. L’ansia da separazione è un problema comune che molti bambini affrontano...

mamma e figlia mamma e figlia
Scuola2 settimane ago

Prepararsi al primo giorno di scuola: una guida per le mamme

Il primo giorno di scuola è un momento emozionante e significativo nella vita di un bambino. Ecco come prepararsi! È...

mamma bambina libro mamma bambina libro
Scuola2 settimane ago

Incoraggiare la lettura a casa: consigli per i genitori

Leggere a casa può aiutare i bambini a sviluppare competenze linguistiche, cognitive e sociali. La lettura è un’attività fondamentale per...

mensa scolastica mensa scolastica
Scuola2 settimane ago

Intolleranze alimentari e mensa scolastica: una guida

Le intolleranze alimentari sono diventate sempre più comuni negli ultimi anni, ecco come affrontarle. Le intolleranze alimentari possono essere particolarmente...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola3 settimane ago

Il ruolo dei genitori nei compiti a casa: trovare un equilibrio

I compiti a casa sono una parte essenziale di ogni studente, ecco come trovare un equilibrio con i genitori. Svolgendo...

Studenti Studenti
Scuola3 settimane ago

Scegliere l’abbigliamento scolastico: comodità e stile

Scegliere l’abbigliamento scolastico giusto è una questione di equilibrio tra comodità e stile. L’abbigliamento scolastico è un aspetto importante della...

bullismo bullismo
Scuola3 settimane ago

Affrontare il bullismo a scuola: consigli per i genitori

In questo articolo, esploreremo alcuni consigli pratici per i genitori che desiderano affrontare il bullismo. Il bullismo è un problema...

bambino fa merenda bambino fa merenda
Scuola4 settimane ago

La merenda perfetta per la scuola: idee sane e gustose

La merenda perfetta per la scuola dovrebbe essere sana, gustosa e nutriente. Ecco qualche idea! La merenda è un momento...