Coronavirus variante inglese: bambini e scuole sono a rischio? La risposta corretta non c’è ancora, quel che purtroppo è certo è che questa variante ha una maggiore trasmissibilità e quindi si diffonde molto velocemente. Adottando tutte le misure previste, in primis mascherine e distanziamento, abbiamo visto che le scuole sono risultate sicure.

Nelle ultime settimane però qualcosa è cambiato e sono stati registrati tantissimi contagi in alcune zone dell’Italia e tra gli studenti, soprattutto bambini e ragazzini. Questa situazione preoccupante e ad alto rischio ha portato alla chiusura delle scuole per due settimane, per far abbassare la curva e contenere i rischi.

In molte zone del Centro Italia, come Abruzzo, Umbria e Marche, sono state disposte delle zone rosse e la chiusura delle scuole proprio per l’alto numero di contagi. Sono state avviate delle campagne di screening per isolare i casi e poter tenere sotto controllo la diffusione del virus.

Coronavirus variante inglese

Coronavirus variante inglese

Anche il virologo Roberto Burioni, docente dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, ha consigliato di stare attenti e in un post su Twitter ha scritto:

“Attenzione alle scuole con questa nuova variante molto più contagiosa”.

Il problema non è che la variante inglese è più contagiosa per i bambini, o almeno così pare, ma che è molto più contagiosa in generale e quindi i luoghi in si è in tanti – come le classi – possono essere più a rischio.

Al momento l’unica indicazione è quella di fare attenzione, essere ligi nel rispetto delle regole e fare del proprio meglio in attesa del vaccino.

via | ilfattoquotidiano

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme

Altro su Salute Leggi tutto