Crisi climatica, gli effetti mettono a rischio 1 miliardi di bambini nel mondo

1 miliardo di bambini a rischio nel mondo per la crisi climatica: i suoi effetti secondo Unicef potrebbero essere devastanti.

La crisi climatica con i suoi effetti devastanti sul pianeta mette a rischio 1 miliardo di bambini nel mondo. In occasione del recente evento PreCOP26 e dell’appuntamento #CambiamoAria, con dibattiti sul tema dell’ambiente e della sostenibilità, l’Unicef ha ricordato che tanti minori corrono un rischio estremamente elevato per quello che riguarda gli impatti del climate change. 1 bambino su 3 (850 milioni) vive in aree in cui convivono almeno quattro shock climatici e ambientali. Mentre 1 su 7 (330 milioni) vive in aree colpite da almeno cinque grandi shock.

Cambiamenti climatici: il futuro dei bambini nati oggi fra disastri naturali e siccità

Questi i dati del recente rapporto Unicef, insieme a Fridays for future, dal titolo The Climate Crisi Is a Child Rights Crisis: Introducing the Children’s Climate Risk Index”:

  • 240 milioni di bambini sono esposti a inondazioni costiere
  • 330 milioni di bambini sono esposti a inondazioni fluviali
  • 400 milioni di bambini sono esposti a cicloni
  • 820 milioni di bambini sono esposti a ondate di calore
  • 920 milioni di bambini sono esposti a scarsità d’acqua
  • 1 miliardo di bambini è fortemente esposto all’inquinamento atmosferico

L’impegno di Unicef per difendere i bambini dagli effetti della crisi climatica

Carmela Pace, Presidente dell’UNICEF Italia, spiega:

Gli effetti del cambiamento climatico, come i disastri naturali o la competizione per l’acqua durante i periodi di siccità, possono aumentare il rischio di spostamenti di popolazione, migrazioni e conflitti, incidendo pesantemente su acqua disponibile e servizi per l’igiene: entro il 2040 1 bambino su 4 vivrà in aree ad alto stress idrico. Nel mondo sono 2,2 miliardi le persone senza accesso ad acqua sicura e 4,2 miliardi le persone prive di servizi igienici adeguati. Secondo le ultime ricerche del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC), abbiamo meno di un decennio per evitare i peggiori impatti del cambiamento climatico. Con la manifestazione #CambiamoAria vogliamo far sentire anche la voce dell’UNICEF e dei giovani che stiamo coinvolgendo e sensibilizzando sulla questione ambientale, climatica e della sostenibilità. Prenderci cura dell’ambiente, del pianeta, significa prenderci cura del futuro di tutti i bambini.

È ora di agire adesso, prima che davvero sia troppo tardi.