Diabete nei bambini: casi gravi in aumento dall’inizio della pandemia

I casi gravi di diabete nei bambini sono raddoppiati dall’inizio della pandemia: l’allarme degli esperti e i sintomi da riconoscere

Dall’inizio della pandemia di Covid, i casi di diabete nei bambini sono raddoppiati. L’allarme arriva dagli specialisti dell’Ospedale Pediatrico Istituto Giannina Gaslini di Genova, che puntano l’attenzione su una condizione molto seria, potenzialmente fatale se non viene riconosciuta in tempo.

Gli esperti hanno rilasciato una nota, spiegando che, sulla base dei dati dei pazienti pediatrici con Diabete Mellito tipo 1 diagnosticato presso la struttura, dal mese di Marzo 2019 fino ad oggi sono aumentati in modo drammatico i casi di chetoacidosi, compresi quelli più gravi, che possono comportare un serio rischio per la vita dei giovani pazienti.

La chetoacidosi diabetica è la modalità più grave di esordio clinico di DM1 che può condurre al coma e, in casi estremi, alla morte. Nessun decesso è stato registrato, per fortuna e grazie alle pronte cure somministrate. Siamo consapevoli che la pandemia ha concentrato molte energie in campo sanitario verso il contenimento del Coronavirus, e le misure di prevenzione del contagio hanno determinato una riduzione degli accessi sia al Pronto Soccorso che ai pediatri di libera scelta, ma alla luce di quanto osservato è indispensabile richiamare l’attenzione delle famiglie e dei sanitari sui sintomi indicati, al fine di evitare ritardi diagnostici e aggravamento delle condizioni cliniche dei bambini.

Diabete nei bambini: i sintomi da riconoscere

Ma di quali sintomi si tratta per l’esattezza? Fra i primi sintomi del diabete nei bambini vi sono una più frequente minzione (poliuria), un aumento della sete e un’anomala perdita di peso.

Questi sintomi normalmente insorgono nel giro di poche settimane. Se non ravvisati per tempo, possono condurre a uno scompenso generale: la chetoacidosi diabetica. Si tratta della modalità più grave di esordio clinico di DM1 che può condurre al coma e, in casi estremi, alla morte.

La chetoacidosi diabetica si manifesta generalmente anche con altri sintomi più evidenti, come difficoltà respiratorie, dolori addominali e vomito. Nelle bambine – sottolineano gli esperti – può essere accompagnata anche da vaginite.

In piena emergenza Covid, quando molti sintomi manifestati da grandi e bambini fanno pensare subito a un possibile contagio da Sars-Cov-2, è fondamentale non sottovalutare questi segnali e distinguerli da quelli gastrointestinali o simil-influenzali. Se il vostro bambino o la vostra bambina manifesta i disturbi appena citati, parlatene immediatamente con il pediatra.

via | Repubblica
Foto di Myriams-Fotos da Pixabay

I Video di Bebèblog

#19 Pannolini lavabili -tutte le info!- (Diario di una mamma 2)