Seguici su

Salute e benessere

Disprassia nei bambini, sintomi e cause

Disprassia nei bambini, sintomi e cause di una patologia che rende le normali attività quotidiane difficoltose per chi ne è colpito.

Disprassia nei bambini, sintomi e cause

La disprassia è un disturbo neurologico che influisce sulla capacità di un individuo di pianificare ed elaborare attività motorie. Nei bambini si manifesta come una difficoltà nell’organizzare e dirigere il corpo in un’abilità motoria necessaria per eseguire un’attività in maniera efficiente.

Per consentirla, il cervello deve ricevere e registrare informazioni sensoriali dall’ambiente e dal proprio corpo ed elaborarle al fine di generare una risposta appropriata. Un bambino (ma più in generale un individuo) con disprassia ha difficoltà a pianificare cosa fare e come farlo.

Significativa è la descrizione che il National Institute of Neurological Disorders and Stroke (NINDS) fa di tale disturbo definendo le persone con disprassia come “non sincronizzate” con l’ambiente che le circonda. I sintomi sono vari ma, in via generale, sono quelli che vi elenchiamo di seguito.

Disprassia nei bambini, sintomi e cause

Sintomi della disprassia nei bambini

Tra i sintomi più evidenti nei bambini si elencano problemi di movimento e coordinamento. Ad esempio, in comuni attività quali:

  • saltare, correre, calciare un pallone;
  • salire o scendere le scale;
  • scrivere, disegnare e usare le forbici;
  • vestirsi, allacciare i bottoni o i lacci delle scarpe;

Ed ancora, si manifesta in uno scarso equilibrio, in una cattiva postura, nella fatica e nella goffagine, nella scarsa coordinazione occhio-mano e in problemi di percezione. La disprassia verbale colpisce anche il linguaggio, nel quale si evidenziano delle differenze rispetto al “comune” parlare. I bambini affetti da disprassia, nel più generale dei casi, appaiono goffi, fanno cadere ripetutamente a terra gli oggetti che tengono tra le mani.

Quali sono le cause della disprassia

Gli scienziati non sono ancora arrivati ad una conclusione: non si conoscono le cause che stanno alla base del manifestarsi della disprassia. Tuttavia, gli esperti sono concordi nel ritenere che le cellule nervose che controllano i muscoli non si sviluppino correttamente. Se i motoneuroni non riescono a formare connessioni adeguate, il cervello impiega molto più tempo per elaborare i dati. Secondo il Disability and Dyslexia Service della Queen Mary University di Londra, la disprassia può essere causata da un’immaturità dello sviluppo dei neuroni nel cervello. In parecchi casi è di natura ereditaria.

Photo | Pixabay

Leggi anche

bambini che giocano a calcio bambini che giocano a calcio
Scuola8 ore ago

La gestione dell’orario extra scolastico: attività e riposo

In questo articolo, esploreremo l’importanza di una gestione equilibrata dell’orario extra scolastico. La gestione dell’orario extra scolastico è un aspetto...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola3 giorni ago

Strategie per affrontare la scuola a casa: homeschooling

In questo articolo, esploreremo alcune strategie per affrontare al meglio questa sfida. Negli ultimi anni, l’istruzione a domicilio, conosciuta anche...

bambini a scuola che litigano bambini a scuola che litigano
Scuola5 giorni ago

Strategie per gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola

Gestire i conflitti tra fratelli sulla scuola può essere una sfida per molti genitori. Ecco qualche consiglio. I conflitti tra...

bambini, squadra bambini, squadra
Scuola1 settimana ago

Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra

In questo articolo esploreremo l’importanza del gioco di squadra. Insegnare ai bambini l’importanza del lavoro di squadra è un aspetto...

Comunicazione tra genitori e scuola Comunicazione tra genitori e scuola
Scuola1 settimana ago

Preparazione per i colloqui scolastici: consigli per i bambini

La preparazione per i colloqui scolastici è un processo importante per i bambini. Ecco qualche consiglio. I colloqui scolastici sono...

ragazza legge un libro ragazza legge un libro
Scuola2 settimane ago

Consigli per mantenere l’equilibrio tra scuola e hobby

Ecco qualche consiglio per mantenere un equilibrio sano tra scuola e hobby. Mantenere un equilibrio tra scuola e hobby può...

alunni e professore realizzano un progetto pratico alunni e professore realizzano un progetto pratico
Scuola2 settimane ago

Il valore dell’apprendimento pratico: progetti e attività

In questo articolo esploreremo il valore dell’apprendimento pratico, alcuni esempi e le sfide da affrontare. L’apprendimento pratico è un’importante componente...

mani che tengono la Terra mani che tengono la Terra
Scuola2 settimane ago

Integrare l’educazione ambientale nella vita quotidiana

In questo articolo, esploreremo diverse strategie per incorporare l’educazione ambientale nella nostra routine quotidiana. L’educazione ambientale è diventata sempre più...

bambino che disegna bambino che disegna
Scuola3 settimane ago

Strategie per incoraggiare la creatività nei bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie efficaci per stimolare la creatività nei bambini. La creatività è una delle abilità più...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola3 settimane ago

Prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini

In questo articolo esploreremo alcune strategie per prevenire l’esaurimento scolastico nei bambini. L’esaurimento scolastico è un problema che affligge molti...

mamma abbraccia figlia adolescente mamma abbraccia figlia adolescente
Scuola3 settimane ago

Prepararsi per le gare scolastiche: incoraggiare i bambini

In questo articolo, esploreremo alcune strategie che possono aiutare i genitori a sostenere i propri figli nel processo di preparazione...

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola4 settimane ago

La matematica a casa: rendere divertente l’apprendimento

Ecco qualche consiglio per rendere la matematica divertente e coinvolgente anche a casa. La matematica è spesso considerata una materia...