Educazione finanziaria a scuola: il nuovo progetto scolastico parte da Orzinuovi

Educazione finanziaria a scuola: il nuovo progetto scolastico parte da Orzinuovi: ecco come insegnare ai ragazzi il valore dei soldi.

Da Orzinuovi in provincia di Brescia, in Lombardia, partono nuovi corsi di educazione finanziaria a scuola, progetti scolastici molto importanti che presto potrebbero essere replicati in tutta Italia. Ottobre è proprio il mese dedicato a un tema davvero molto importante, che dovrebbe essere sempre più presente nelle scuole superiori, anche per insegnare ai più giovani il valore dei soldi e del risparmio.

Secondo un’indagine condotta da OnePoll per conto della piattaforma digitale europea di investimento Bitpanda, il 66% degli intervistati ha dichiarata di aver iniziato a investire per avere un’altra entrata oltre al reddito. I più giovani sono quelli più interessati. Sono infatti il 67% della Generazione Z, quella che oggi va dai 18 ai 24 anni, e dei Millenials, fino ai 34-35 anni. Perché non portare l’educazione finanziaria a scuola, negli anni delle superiori, per poter formare sempre più ragazzi?

Come insegnare ai bambini a risparmiare i soldi

Educazione finanziaria a scuola, i nuovi progetti scolastici per i più giovani

Con l’impegno del Rotary di Cortefranca Rovato, all’Istituto Cossall di Orzinuovi, in provincia di Brescia, è ufficialmente partito il primo progetto di educazione finanziaria in presenza per studenti delle superiori. Sono coinvolti 250 ragazzi delle classe quarte, con indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing, il Liceo Linguistico, Scientifico e Scienze Umane, gli indirizzi tecnici di Informatica e Telecomunicazioni, Costruzioni-Ambiente e Territorio, e gli indirizzi professionali Manutenzione e assistenza tecnica, e Tecnico Riparatore dei veicoli a motore.

Il corso, effettuato da docenti esperti dal 12 ottobre al 26 novembre 2021, toccherà temi di grande attualità:

  • cittadinanza economica
  • educazione finanziaria e civica
  • risparmio e gestione
  • protezione
  • investimenti
  • blockchain

Giulia Fidillo, docente di Finanza Comportamentale, educatrice finanziaria iscritta AIEF, spiega:

Lo scopo dell’iniziativa è veicolare i principi e le buone prassi che, una volta interiorizzati, semplificano e migliorano la vita delle persone. Perché è davvero possibile imparare a prendere decisioni economiche migliori per vivere meglio.