5 giochi che insegnano la tolleranza ai bambini

Insegnare ai bambini il valore della tolleranza è un compito che spetta (anche) ai genitori: perché non provare a farlo attraverso il gioco?

Oggi, 16 novembre, ci celebra la Giornata Mondiale della tolleranza. La tolleranza è un valore fondamentale che dovrebbe animarci tutti e, pertanto, che dovrebbe essere insegnato ai piccoli fin dalla tenera età: ci permette di rispettare gli altri per il resto della nostra vita. Un bambino tollerante sa portare rispetto per la cultura degli altri bambini, sa giocare senza avere preferenze di genere, e non vede minimamente differenze con gli altri. Facendo capire ai tuoi bimbi fin da piccolissimi in cosa consista la tolleranza, farai sì che i tuoi figli apprendano come esistono tanti e diversi modi di vedere il mondo e tante, ma tante, opinioni diverse dalle loro. Ma, soprattutto, eviterai che si rendano protagonisti di atti di discriminazione o bullismo.

5 giochi sulla tolleranza per i bambini

Siccome anche attraverso il gioco si impara, abbiamo pensato di proportene alcuni che possono in qualche modo aprire la strada dei piccoli verso la tolleranza e insegnare loro a rispettare ciò che è “diverso” fin dall’infanzia. Prendi spunto da queste 5 idee.
5 giochi che insegnano la tolleranza ai bambini
  1. Il gioco delle culture. Per entrare in contatto con una diversa cultura, si può proporre ai piccoli di “studiare” quella di un determinato popolo ad iniziare dalla lingua fino alle usanze, passando per la gastronomia. Alla fine del lavoro si potrà confrontare con la nostra e/o con quella di altri paesi.
  2. Oggetti del passato. Un altro modo per insegnare la tolleranza è chiedere ai bambini di portare un giorno a scuola oggetti o fotografie della loro famiglia in passato. Anche questo è un modo per venire a conoscenza di un’epoca diversa caratterizzata da differenti abitudini e/o regole.
  3. Azioni per promuovere il rispetto. E’ un gioco che promuove il fatto di trattare gli altri con rispetto. Dai ai bambini un foglio, che divideranno in due colonne. In una scriveranno le azioni che dovrebbero porre in essere per trattare le gli altri con rispetto, nell’altra le cose da evitare.
  4. Un piatto di ogni gastronomia. La cucina è una delle più evidenti espressioni di un popolo. Anche mangiare può risultare utile per insegnare la tolleranza. Potete preparare in casa una pietanza etnica o andare a mangiare fuori in un ristorante giapponese, greco o di altra nazionalità.
  5. Rispetto per le differenze. Infine, un ultimo modo per rendersi conto delle differenze sta nell’osservarsi. Consiste nel mettersi in piedi gli uni di fronte agli altri e nel verificare i diversi colori che ci caratterizzano, le diverse altezze e così via. Porta al rispetto delle differenze.

Infondere il valore della tolleranza nei piccoli attraverso i giochi non basta: devi necessariamente mettere in pratica un lavoro quotidiano, mostrando a tua volta rispetto e tolleranza per gli altri, ad iniziare dai piccoli gesti.

Foto di Frauke Riether da Pixabay e di un-perfekt da Pixabay