Kate Middleton: “Fare la mamma in era coronavirus è estenuante”

In una videochiamata tra mamme, Kate Middleton ha svelato che fare la mamma in era coronavirus è estenuante

Kate Middleton ha raccontato delle sue avventure da mamma in era coronavirus e quanto sia stancante occuparsi dei bambini a tempo pieno. La Duchessa di Cambridge ha partecipato a una videochiamata in cui ha parlato con alcuni genitori delle difficoltà affrontate durante il lockdown coi figli.

Lei e William ci hanno scherzato su tante volte e, in effetti, per quanto possano essere privilegiati e avere delle case grandi, la vita con tre figli non è facile. George, Charlotte e Louis hanno rispettivamente 7, 5 e 2 anni, sono tutti piccoli ma hanno età ed esigenze un po’ diverse tra loro.

Kate Middleton e la matematica

George è già alla scuola primaria e ciò significa che deve fare i compiti. La smart school, dad (didattica a distanza) o homeschooling è il vero tallone d’Achille dei Cambridge, in particolare la matematica!

A Kate hanno fatto la domanda: “Come valuteresti le tue abilità matematiche da 1 a 10?”. La duchessa è stata sincera e ha risposto sorridendo: “- 5. Sono proprio in fondo!”.

La matematica è la bestia nera di moltissime persone di tutte le età, lei è fortunata perché George è ancora piccolo. I problemi matematici non potranno che peggiorare negli anni a venire, quando ci saranno da fare espressioni, equivalente, problemi e geometria…

Kate Middleton ha dichiarato che fare la mamma in era coronavirus è estenuante e in effetti è un pensiero comune e che appoggiamo in toto. I bambini, esattamente come noi adulti, hanno bisogno di svaghi e stimoli, di fare sport, coltivare hobby e questa vita tra le mura domestiche è stancante.

Il Principe William, un po’ provato dalla pandemia e dalla vita da papà 24 ore su 24, ha dichiarato:

“via dell’homeschooling ho scoperto di avere molta meno pazienza di quanta non credessi. E che mia moglie invece ha una pazienza infinita. Devo ammettere che le mie conoscenze matematiche sono piuttosto imbarazzanti. Non riesco a risolvere un problema delle elementari!”.

I Video di Bebèblog