La cartolina di Natale di William, Kate e i figli

La bellissima cartolina di Natale di William e Kate e i loro figli George, Charlotte e Louis. La dedica è per il personale sanitario

Puntuale come ogni anno arriva la cartolina di Natale di William, Kate e i loro figli. George, Charlotte e Louis stanno crescendo e diventano sempre più belli, il primogenito ormai sembra un piccolo ometto. La cartolina di Natale è uno dei classici rituali della Famiglia Reale, un modo un po’ vintage per fare gli auguri a tutti e rivolgere un pensiero speciale.

William e Kate portano avanti questa tradizione da tanti anni, dal primo Natale dopo il loro matrimonio. Poi sono arrivate le foto con George, qualche anno dopo si è aggiunta Charlotte e adesso c’è anche il piccolo Louis… E chissà che non arrivi anche un quarto bebè nei prossimi anni!

Cartolina di Natale dei duchi di Cambridge

La foto di quest’anno è bellissima e spontanea ed è stata realizzata dal fotografo Matt Porteous. La location scelta è Amner Hall, la residenza di campagna nel Norfolk, dove la famiglia ha trascorso la quarantena e una parte dell’estate.

La dedica di quest’anno non poteva che essere rivolta a medici e infermieri che da 10 mesi sono impegnati nella lotta al Coronavirus. Ecco cosa hanno scritto il duca e la duchessa di Cambridge sotto la foto:

“A tutto il fantastico personale del Servizio Sanitario Nazionale, vi auguriamo un felice Natale e nuovo anno”.

Una dedica semplice, senza retorica e senza paroloni, che dimostra sostegno a chi quest’anno ha sfidato i propri limiti. Un sostegno già manifestato altre volte durante quest’anno.

La foto scelta dai Cambridge per gli auguri è molto carina, semplice e sobria. Una foto “campagnola” con loro seduti su una balla di fieno e sullo sfondo, gli alberi tagliati per il camino. Il look è molto carino e semplice per tutta la famiglia: maglioncini e pile per tutti, abbinati a jeans e pantaloni invernali.

I Video di Bebèblog

George, Charlotte e Louis nel primo video ufficiale

Ultime notizie su Natale

Tutto su Natale →