Così lo zucchero danneggia il cervello dei bambini

Uno studio ci mostra in che modo lo zucchero danneggia il cervello dei nostri bambini e perché è meglio evitare gli alimenti zuccherati

I bambini adorano mangiare cibi zuccherati, e gli spot pubblicitari non aiutano di certo noi genitori nel duro compito di riuscire a scoraggiare questa malsana predilezione. Un nuovo studio rivela però quali sono gli effetti dannosi dello zucchero sul cervello dei bambini. Il lavoro in questione è stato condotto dai membri dell’Università della Georgia e dell’Università della California.

Gli autori hanno scoperto che il consumo elevato di zucchero durante l’infanzia può influenzare lo sviluppo del cervello, e in particolar modo quello di una regione fondamentale per l’apprendimento e la memoria, ovvero l’ippocampo.

Sapevamo già che i cibi contenenti zucchero aumentano il rischio di obesità e di altre malattie durante l’infanzia.  Il nuovo studio ci fa però comprendere in che modo questi cibi influenzano lo sviluppo del cervello dei nostri bambini, e ci fa capire quanto sia importante evitare gli alimenti zuccherati durante l’infanzia, oltre che durante l’età adulta.

In che modo lo zucchero danneggia il cervello dei bambini?

Per scoprire in che modo lo zucchero danneggia il cervello dei bambini, gli autori hanno condotto delle analisi su modello animale. Un gruppo di roditori è stato esposto a un consumo quotidiano di zucchero, che veniva aggiunto alla normale alimentazione. In questo modo, gli autori hanno riprodotto il consumo di cibi e bevande zuccherate che avviene in giovane età.

I ratti hanno quindi preso parte a una serie di compiti di memoria che coinvolgevano l’ippocampo.

Abbiamo scoperto che i ratti che consumavano zucchero nei primi anni di vita avevano una ridotta capacità di ricordare se un oggetto era nuovo in un contesto specifico. Un compito che i ratti che non avevano assunto zucchero erano in grado di fare.

zucchero

Durante un secondo esperimento, gli autori hanno misurato la memoria di riconoscimento di base dei roditori (una funzione di memoria indipendente dall’ippocampo). In questo caso, lo zucchero non ha influenzato le performance degli animali:

Il consumo di zucchero nella prima infanzia sembra compromettere selettivamente il loro apprendimento e la memoria ippocampale,

spiegano gli autori, aggiungendo che un simile effetto potrebbe avvenire anche nel cervello dei bambini.

Dallo studio è anche emerso che consumare troppo zucchero è collegato a livelli elevati di batteri parabacteroides nel microbioma intestinale. La domanda che si pongono gli esperti è: in che modo queste popolazioni di batteri nell’intestino alterano lo sviluppo del cervello? Rispondendo a questo quesito, sarà possibile comprendere di quale tipo di ambiente ha bisogno il cervello per svilupparsi in modo sano.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Translational Psychiatry.

via | ScienceDaily
Foto di studionone da Pixabay
Foto di aranza espinoza da Pixabay

I Video di Bebèblog

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme