Pagelle senza voti per i bambini della scuola elementare

La scuola è pronta a un nuovo cambiamento: sono in arrivo le pagelle senza voti per i piccoli delle scuole elementari. Tornano i giudizi, per evitare che famigerato voto possa creare compitizione o mortificare il bimbo. L’ordinanza, firmata 4 dicembre 2020, prevede 4 livelli di apprendimento:AvanzatoIl livello avanzato sarà assegnato al bambino che porta a

La scuola è pronta a un nuovo cambiamento: sono in arrivo le pagelle senza voti per i piccoli delle scuole elementari. Tornano i giudizi, per evitare che famigerato voto possa creare compitizione o mortificare il bimbo. L’ordinanza, firmata 4 dicembre 2020, prevede 4 livelli di apprendimento:

Avanzato

Il livello avanzato sarà assegnato al bambino che porta a termine compiti in situazioni note e non note, mobilitando una varietà di risorse sia fornite dal docente, sia reperite altrove, in modo autonomo e con continuità.

Intermedio

L’intermedio identifica il bambino che porta a termine compiti in situazioni note in modo autonomo e continuo; risolve compiti in situazioni non note, utilizzando le risorse fornite dal docente o reperite altrove, anche se in modo discontinuo e non del tutto autonomo.

emoticon in pagella al posto dei voti

Base

Il livello base invece è per l’alunno che porta a termine compiti solo in situazioni note e utilizzando le risorse fornite dal docente, sia in modo autonomo ma discontinuo, sia in modo non autonomo, ma con continuità.

In via di prima acquisizione

L’ultimo livello è “In via di prima acquisizione”. L’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e unicamente con il supporto del docente e di risorse fornite appositamente.

Come si usano i livelli

I livelli si definiscono in base ad almeno quattro dimensioni, così delineate: l’autonomia dell’alunno, la tipologia della situazione, le risorse mobilitate per portare a termine il compito e la continuità nella manifestazione dell’apprendimento.

Infine, è importante sottolineare che i docenti valuteranno per ciascun alunno il livello di acquisizione dei singoli obiettivi di apprendimento individuati nella progettazione annuale e i livelli potranno anche differire a seconda del singolo obiettivo.

L’ordinanza del 4 dicembre lascia inoltre liberi i docenti di usare voti, stelline, parole o qualsiasi strumento durante l’anno che dia loro la possibilità di tracciare l’andamento dello studente. Insomma, le pagelle senza voti sono tornate. Saranno utili?

Foto di Oberholster Venita da Pixabay