3 regole per farsi ubbidire dai bambini

Regole per farsi ubbidire dai bambini: scopri quali sono le tre strategie che miglioreranno il comportamento dei tuoi bambini

Farsi ubbidire dai bambini vi sembra un’impresa impossibile? A fine giornata vi sentite esauste per quante volte avete pregato i vostri figli di comportarsi bene? Allora è decisamente giunto il momento di correre ai ripari! Essere un buon genitore non è semplice. Ci piacerebbe avere un rapporto di amicizia con i figli, ma vorremmo anche che, quando è necessario, siano in grado di ubbidirci, di considerarci delle figure autorevoli. Vorremmo che le nostre parole venissero prese in considerazione. Ci piacerebbe che i nostri “no” venissero considerati dei “no”, e non degli inviti a fare i capricci!

Purtroppo tutto questo non può arrivare dai bambini. È compito dei genitori quello di far valere la propria autorità e di insegnare ai bambini a ubbidire alla mamma e al papà. Ma come fare?

Lo sappiamo bene, non esiste un manuale di istruzioni per il buon genitore (sarebbe fantastico), ma esistono tuttavia alcune semplici regole che potrebbero aiutarvi a crescere dei figli beneducati.

Vediamo dunque quali sono queste regole e come metterle in pratica!

Farsi ubbidire dai bambini senza urlare? Si può, con queste 3 regole!

Per farsi ubbidire dai bambini, è innanzitutto importante fornire una serie di regole di base che il piccolo deve conoscere. Ad esempio, se mamma e papà stanno parlando, non è educato interrompere, ma bisogna aspettare il proprio turno. Il bambino deve sapere che non bisogna dire bugie, non si corre per casa, non si tirano i capelli alla sorellina e non si fa male al cane, e così via. Stabilite una serie di regole valide per la vostra famiglia, e spiegatele ai vostri bambini sin dalla prima infanzia.

  1. Spiegate al bambino perché è importante che ubbidisca: le regole possono tenere un bambino al sicuro, possono evitare incidenti o infortuni.
  2. Spiegate ai piccoli che se non si rispettano delle regole, ci saranno delle conseguenze: se, ad esempio, il vostro bambino lascia sempre i vestiti in giro o a terra nonostante abbia l’età adatta per metterli al loro posto, spiegate che così facendo, a lungo andare finirà per non avere più nulla da indossare, neanche la sua maglietta preferita!
  3. Lodare i figli quando si comportano bene: che ci piaccia o no ammetterlo, a tutti piace ricevere lodi e complimenti, e i bambini non sono da meno. Se i vostri piccoli si comportano in modo ubbidiente, lodateli per il loro buon comportamento.

Infine, un consiglio che vale in qualsiasi ambito, non solo nel campo della genitorialità: siate un buon esempio da seguire.

Se la regola è di non usare il cellulare a tavola, non ha senso che lo facciate voi. Se la regola è che non bisogna urlare contro la sorellina o contro i genitori, evitate di fare lo stesso. Per i bambini noi adulti siamo dei modelli da seguire, quindi facciamo in modo di essere all’altezza di questo ruolo!

Foto di Scozzy da Pixabay