Quali routine dei bambini mantenere anche in vacanza e come fare

Quali routine dei bambini mantenere anche in vacanza e come fare per non stravolgere completamente le loro abitudini ed evitare stress.

La stagione estiva porta con sé divertimento, tanto tempo libero e lo stravolgimento delle comuni abitudini. E’ importante, tuttavia, mantenere alcune delle routine dei bambini anche in vacanza. Troppi cambiamenti, e per di più tutti insieme, possono creare stress nei piccoli. Soprattutto perché la loro routine viene interrotta da un sovraccarico di eventi fuori dal loro controllo. Ecco quelle alle quali dare continuità.

Le routine dei bambini in vacanza

Cambiare il proprio letto, le abitudini e gli orari fa parte delle vacanze, ma per i bambini molto piccoli può rappresentare una rivoluzione capace di innervosirli. Per questo, è bene quanto più possibile non sconvolgere completamente le loro certezze. Ecco alcuni semplici consigli per mantenere la serenità nei vostri cuccioli.

Quali routine dei bambini mantenere anche in vacanza e come fare

Pasti e sonno nella routine della vacanza

La quantità di ore di sonno consigliata per i bambini varia con l’età ma, in generale, non dovrebbe essere inferiore alle 8-9 ore. Anche l’orario dei pasti dovrebbe comunque essere rispettato il più possibile. Ok mangiare più tardi quando si è a cena fuori, ma che non diventi un’abitudine. Il rispetto di un programma alimentare e di sonno coerente rende meno probabile che i bambini abbiano un crollo.

Oggetti preferiti in vacanza

Molto spesso, un semplice peluche può avere un effetto calmante sui piccoli maggiore di qualsiasi altro oggetto che si possa acquistare. Gli oggetti preferiti, rappresentano il collegamento con la propria casa e aiutano i piccoli ad ambientarsi in un luogo diverso.

Parlare apertamente in famiglia

Molti italiani trascorrono le vacanze con i propri cari: per un più o meno lungo periodo accade così che la famiglia si allarghi e che le abitudini altrui possano prendere il sopravvento su quelle dei bimbi. Come ad esempio un gelato di troppo concesso dalla nonna. Per evitare che ciò accada, è sempre meglio chiarire prima con i propri familiari quali sono le regole e le routine seguite dalla propria famiglia.

Porre dei limiti

Come anticipato, le vacanze offrono un facile accesso a cibi poco sani e dolci che non dovrebbero essere consumati in grandi quantità. Con i bambini più piccoli è più facile scegliere cosa mettere nel piatto. Ma quando crescono ed iniziano ad avere le proprie preferenze alimentari, questa può diventare una sfida. Cercate di favorire la moderazione. In questo caso, il corretto approccio sta nel fare una conversazione serena spiegando loro che i limiti che ponete al consumo di determinati alimenti non sono una punizione, bensì un modo per aiutarli a rimanere in salute.

Photo Credit | Pixabay