Yoga in gravidanza: se sei in cerca di consigli utili, sotto te ne forniamo diversi, sia per arricchire la tua esperienza che per sedare i dubbi più comuni. Quando si parla di yoga in gravidanza gli interrogativi sono sempre gli stessi: “quando iniziare?” “quali posizioni evitare?” “quali sono gli esercizi da eseguire?”. Una cosa è certa: praticare yoga prenatale è un ottimo modo per fare esercizio e rimanere in contatto con il proprio corpo che cambia. E, contrariamente a quello che si pensa, le posizioni off-limits durante la dolce attesa sono veramente poche.

Yoga in gravidanza, 6 consigli utili

Yoga prenatale, consigli

Ovviamente ci sono alcune regole da tenere a mente per la sicurezza tua e del tuo bambino. Ed è altresì utile assecondare il proprio corpo e non forzarlo ad assumere posizioni non confortevoli. Ciò premesso, ecco alcuni consigli utili sullo yoga in gravidanza da non dimenticare.

Combatte il mal di schiena

Lo yoga prenatale può aiutare a combattere il mal di schiena. Serve, infatti, a rafforzare il core e ad alleviare il dolore nella zona lombare. Addominali forti aiutano a sostenere meglio la parte bassa della schiena aiutando ad alleviare lo stress causato dal dover portare in giro il pancione.

Esercitati con la respirazione

Oltre che ai fini della pratica, le tecniche di respirazione controllata possono aiutare durante il travaglio e il parto oltre, ovviamente, a combattere lo stress durante la gravidanza, che si rivela essere sempre un periodo parecchio delicato.

Gli esercizi di Kegel

E’ bene includerli nella pratica: si tratta di quegli esercizi svolti al fine di rafforzare i muscoli del pavimento pelvico con lo scopo di aiutare le donne nel travaglio e nel parto. Oltre che in palestra, puoi farli anche a casa ogni volta in cui avrai qualche minuto a disposizione.

Informati sulle varianti

Con l’avanzare della gravidanza il corpo cambia: potrebbe accadere, quindi, di non riuscire più a svolgere determinati movimenti. Fallo presente ai tuoi insegnanti, ti forniranno volentieri delle varianti con i supporti del caso (come blocchi e coperte).

Yoga in gravidanza, cosa evitare

Evita i piegamenti all’indietro dopo il primo trimestre. E, oltre questi, anche quelli che richiedono il piegamento sulla pancia. Non aver paura di chiedere aiuto o di non effettuare posizioni che non ti senti di fare.

Photo | Pixabay

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Le chiacchere di simo scarpine uncinetto

Altro su Gravidanza Leggi tutto